Pubblicato il

Criptovalute: Guida completa

Criptovalute: tutti ne parlano, ma cosa sono e quali sono le soluzioni migliori per acquistare i crypto asset più appetibili del mercato?

Se vuoi scoprire tutto ciò che riguarda gli investimenti in criptovalute (anche le migliori emergenti e nuovissime) allora sei arrivato nel posto giusto. La nostra guida, infatti, analizzerà non solo progetti più performanti del momento, ma anche le caratteristiche tecniche di tutte le criptovalute degne di nota su cui investire oggi.

Ci sarà spazio anche per parlare di blockchain e di ledger: le due vere novità introdotte da questo nuovo modo di intendere la valuta (e non solo), per un’analisi completa della più grande rivoluzione nel mondo finanziario dai tempi della fine degli accordi di Bretton Woods e del dollaro convertibile in oro.

Prima di iniziare a delineare cosa sono le critpovalute e spiegare le ragioni per cui fare trading online è la soluzione più conveniente per accedere al mercato, ti proponiamo la nostra classifica dei migliori broker online:

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Questa guida completa alle criptovalute, quindi, è l’ideale per chiunque voglia capire quali sono le occasioni di profitto da poter trarre da questo mercato, pur essendo completamente digiuno dell’argomento. Inoltre, affronteremo delle questioni più tecniche, così che tu possa avere anche le basi richieste per comprendere come scegliere la migliore piattaforma per investire in criptovalute.

Introduzione alle criptovalute – Tabella caratteristiche base:

Quante sono:Esistono 10.600+ crypto
🏆Crypto leader:Bitcoin $BTC
👍Dominante BTC:Oltre il 50% del Market Cap
🥈2d Criptovaluta:Ethereum $ETH
🎭Cos’è un Altcoin:Coin diversi da Bitcoin
Come investire in criptovalute:Trading online / Acquisto diretto
💰Come guadagnare con le criptovalute:Staking con ricompense automatiche – 🚀Leggi qui
🤑Più convenienti:Criptovalute emergenti 2022
🤔Dove comprare criptovalute:Coinbase / Kraken / Binance / Bitpanda
🔥Dove fare crypto-trading:Capital.com / eToro / Trade.com
Principali caratteristiche di introduzione alle criptovalute

Cosa sono le criptovalute

Prima di entrare nel vivo della nsotra guida e spiegarti come investire in criptovalute, è bene partire dalle basi e proporti una definizione semplice da cui capire, effettivamente, di cosa si tratta. Le criptovalute sono un nuovo modo di intendere lo scambio di valore tra due o più persone: sono delle monete decentralizzate e virtuali – quindi, non esistono fisicamente, a differenza delle valute fiat tradizionali – e rappresentano sia degli asset da possedere per scopi finanziari, sia dei mezzi di scambio.

Le criptovalute mettono a disposizione della collettività un sistema completamente decentralizzato per lo scambio di certificati che rappresentano moneta virtuale, sistema che di recente è stato anche utilizzato per operazioni decisamente più complesse del mero trasferimento di denaro.

Guida al trading di criptovalute - Infografica a cura di ©Giocareinborsa.net
Guida completa al trading di Criptovalute – come funziona investire in cryptomonete aggiornata 2022]

La chiave per comprendere le criptovalute, tutte e nessuna esclusa, è la blockchain. NOTA: Vuoi testare da subito gli investimenti in criptovalute puoi farlo direttamente con un conto demo con IQ Option, specializzato anche in criptovalute.

Al contrario di quello che avviene con il sistema bancario tradizionale, le criptovalute poggiano il loro funzionamento su un’enorme lista di operazioni, il ledger. Il ledger è integrato con una blockchain, ovvero una lunghissima catena di blocchi virtuali che includono al loro interno le transazioni confermate.

Senza entrare per forza nel tecnico, possiamo dire che i punti fondamentali da comprendere per capire il funzionamento delle criptovalute sono i seguenti:

  • La blockchain è validata da un enorme numero di computer connessi alla rete, che compiono calcoli complicatissimi a verifica di quanto sta per essere registrato;
  • La rete distribuita che utilizzano è sicura al 100%, o quasi, nel senso che per iscrivere una transazione “fittizia” si dovrebbero controllare il 50% + 1 dei nodi, e quindi un enorme numero di computer (siamo nell’ordine delle centinaia di migliaia di computer parlando di Bitcoin, e di cifre simili per le altre criptovalute principali);
  • Sono sistemi molto rapidi per lo scambio di valore: nei migliori sistemi, quelli più scalabili, ogni transazione impiega pochissimi secondi per essere approvata.

Siamo davanti ad un sistema decisamente rivoluzionario: la blockchain avrà sicuramente in futuro applicazioni decisamente più ampie di quelle odierne.

La rete blockchain offre un sistema di verifica delle informazioni super-sicuro, senza la necessità di avere nodi centrali, motivo per il quale tutte le grandi banche e i principali governi del pianeta si stanno interessando a questa tecnologia. Se vuoi subito entrare nel vivo, apri una demo con eToro e comincia a fare trading sulle criptovalute.

Cosa sapere prima di investire in criptovalute: le diverse generazioni

Comprare criptovalute, quindi investire in moneta digitale, significa scommettere nell’ascesa del valore di un determinato progetto in ambito blockchain, DeFi, crypto gaming etc. Vale la pena di chiarire in principio che le criptovalute sono diverse le une dalle altre: ognuna implementa le varianti di base in modo diverso, e aggiunge o toglie funzionalità che ne modificano utilizzo e applicazioni.

BITCOIN, prima criptovaluta di successo nel panorama delle criptovalute.
Bitcoin è stata la prima criptovaluta di successo

Possiamo dividere le criptovalute in 3 generazioni, partendo da quella che ha aperto il campo (Bitcoin), e passando a quelle che offrono funzionalità aggiuntive, partendo dalla lezione offerta proprio da BTC, per poi migliorare i punti che si sono dimostrati più critici. Tutti i migliori broker ti offrono la possibilità di investire in criptovalute. Anche con la piattaforma Capital.com puoi fare trading in Bitcoin e con qualunque altro tipo di asset del settore.

Le criptovalute di prima generazione

Blockchain come tecnologia è in realtà scissa dal mero scambio di valore tra gli utenti, è semplicemente un sistema per scrivere, come abbiamo visto in precedenza, una transazione su un blocco, con verifica diffusa e decentralizzata. Il sistema è stato utilizzato in principio soltanto per lo spostamento di “criptovaluta”, come appunto fa Bitcoin. Le criptovalute di prima generazione hanno però incontrato problemi importanti, soprattutto nella configurazione assunta da BTC:

  1. Il sistema è difficilmente scalabile: i blocchi aumentano di “difficoltà” con il procedere del tempo, il che vuol dire che man mano c’è bisogno sempre di maggiori risorse per validare le transazioni; questo, facendo il paio con l’enorme aumento di transazioni sul network, ha reso Bitcoin praticamente inutilizzabile per le piccole transazioni;
  2. Nei momenti di massima congestione della rete le transazioni, se vogliamo portarle a termine, impiegano molto tempo;
  3. I coin non sono fungibili, nel senso che ogni coin ha la sua storia che può essere ricostruita, in quanto le transazioni indicano esattamente da chi a chi si trasferisce il denaro e quale denaro si trasferisce, non solo quanto; questo potrebbe portare in futuro a problemi sicuramente importanti che devono essere tenuti in considerazione: i maggiori centri di scambio potrebbero ad esempio escludere determinati coin solo perché precedentemente coinvolti in traffici illegali o presunti tali;
  4. Bitcoin utilizza una rete enorme e tantissima potenza di calcolo semplicemente per generare moneta e per scambiarla; lo stesso sistema, con gli stessi consumi, potrebbe svolgere compiti molto più complessi.

>>>Scopri di più sull’investimento in Bitcoin con la piattaforma Capital.com.

Nonostante i sopra elencati problemi, Bitcoin continua a dominare in lungo e largo la scena di riferimento per le criptovalute. E’ ancora oggi quella che ha il maggior valore sui mercati e quella i cui spostamenti in alto o in basso finiscono per trascinarsi tutto il resto del mercato. La presenza di tali problemi ha però spinto chi ha creato nuove criptovalute, a cercare di porvi riparo. Sono nate così le criptovalute di seconda e di terza generazione.

Ricordati che Bitcoin è sempre al top di quanto viene offerto sul mercato. E anche se tecnologicamente si tratta di una criptovaluta superata, tutti continuano a ritenerla lo standard per investire. Puoi testare gli investimenti in Bitcoin con Trade.com (altro broker che gli dedica una sezione apposita).

Le criptovalute di seconda generazione

All’interno delle criptovalute di seconda generazione troviamo Ethereum e tutte le altre criptovalute che ne hanno scimmiottato il funzionamento, con l’eccezione nobile di Ripple.

Ripple ha modificato il funzionamento della blockchain per renderla più verticale, ovvero con la presenza di nodi che all’interno del network hanno più importanza rispetto agli altri. La novità importante che Ethereum offre rispetto a Bitcoin e rispetto alle criptovalute di prima generazione è l’implementazione degli smart contract.

Per farla breve, e rimandando a guide più specifiche per la comprensione completa degli smartcontract, possiamo dire che la rete blockchain di Ethereum non serve soltanto per scambiarsi valore direttamente, ma anche per far girare dei contratti auto-esecutivi che sono certificati appunto dalla rete.

Quella degli smart contract sarà la vera rivoluzione del presente e del futuro, e un’implementazione efficace e moderna come quella di Ethereum ha portato questo circuito di criptovalute ad essere uno dei più apprezzati dell’intero settore. Molte altre criptovalute continueranno a implementare nuove funzionalità. Non tutte riusciranno a superare il vaglio del mercato. Chi ci riuscirà, finirà per diventare una criptovaluta affidabile come Ethereum.

Anche Ethereum è una criptovaluta che è molto presente sulle principali piattaforme di trading. Anche sul conto demo di Plus500 (puoi aprirlo qui), altro broker di grandissima qualità che permette a tutti di investire su tutte le principali criptovalute.

Le criptovalute di terza generazione

Le criptovalute di terza generazione riprendono il concetto delle prime, lavorando però su due dei principali problemi che BTC e le altre criptovalute di prima generazione hanno mostrato nel corso degli anni:

  1. Scalabilità: utilizzando in genere algoritmi che vanno a rendere la rete affidabile anche quando il numero di transazioni aumenta:
  2. Anonimato vero: sia per i coin che per i partecipanti, offuscando i dati importanti che viaggiano con ogni transazione.

Tra le criptovalute che appartengono a questa categoria troviamo Zcash e Monero, con la prima che è stata già inclusa all’interno delle migliori e principali piattaforme per investire in criptovalute. Sono criptovalute più giovani, ma alcune di queste sono giù riuscite ad affermarsi sui mercati principali di investimento. Puoi inserirle nel tuo portafoglio tenendo sempre conto del fatto che si tratta di criptovalute tendenzialmente più volatili di quelle classiche, almeno per i primi periodi.

zcash, esempio di criptovaluta di terza generazione.
Zcash è la Criptovaluta di terza generazione più interessante per chi investe

Anche le migliori criptovalute le puoi trovare su eToro (qui per testare in demo) – anche se ovviamente non tutte. Soltanto quelle che abbiano un senso sotto il profilo economico.

Leggi anche: Migliori criptovalute emergenti

Investire in criptovalute è una truffa?

No. Nonostante le istituzioni e le banche si siano sempre dimostrate piuttosto diffidenti di questo nuovo modo di fare investimenti e finanza (principalmente perché vanno ad intaccare il loro lucrosissimo monopolio), le criptovalute non sono una truffa, anzi.

Chi ha investito in questo settore in modo ragionato ed oculato ha visto il proprio capitale decuplicarsi negli ultimi mesi, con rendimenti che mai nessun settore di investimenti e finanza è riuscito a garantire negli ultimi anni.

>Per fare pratica ti consigliamo di iniziare da un conto demo come quello di Capital.com. Bisogna ovviamente andare ad investire nelle criptovalute giuste, in quelle che garantiscono una certa affidabilità e soprattutto tra quelle che rimarranno interessanti per i mercati anche in futuro.

Ci sono truffe in questo settore, come d’altronde ci sono in qualunque tipo di settore dove girano soldi importanti. Con la guida che abbiamo preparato oggi per te potrai però investire senza alcun tipo di preoccupazione e mantenendoti al riparo dalle truffe di ogni genere e sorta. Certo, dovrai sempre farlo con dei broker affidabili, come Capital.com (altro broker di grande qualità in demo).

Staking criptovalute: Cos’è e come funziona?

Lo staking consente al possessore di specifiche criptovalute di ricevere un commissione fissa dal suo deposito all’interno dell’exchange wallet o direttamente presso il broker.

etoro staking criptovalute - guida tutorial
Staking criptovalute con eToro – cos’è e come funziona

La miglior piattaforma consigliata oggi per fare trading staking con le criptovalute è eToro, in quanto il tutto avviene in modo automatico e il trader non deve compiere azioni particolari per aderirvi, se non avere un conto presso il broker e acquistare le criptovalute ADA o TRX, tenendole non proprio portafoglio – in gergo questa attività viene denominata HODL.

Come guadagnare in modo automatico con le criptovalute

Il meccanismo dello staking è concettualmente piuttosto semplice, e non occorre una laurea in scienza delle finanze per comprenderne i dettagli. Il broker, o l’exchange sul quale vengono depositate le criptovalute comprate, riconosce al trader un corrispettivo mensile, ad un tasso variabile in base a diversi fattori come:

  • Tipologia di criptovaluta (non tutte le criptovalute hanno gli stessi tassi);
  • Durata del deposito;
  • Presso quale gestore stiamo facendo staking.

Fare staking in borsa non è semplice, in quanto occorrono diverse operazioni per aderire all’iniziativa, specie con gli exchange. Il modo più pratico, consigliato da Giocareinborsa.net, è quello di usare il servizio di Staking della piattaforma eToro.

I passi per fare staking con eToro sono:

  • Aprire un conto, qualora non se ne possedesse ancora uno, sulla piattaforma eToro (puoi aprirlo da qui);
  • Effettuare un deposito minimo – bastano solamente 200 usd;
  • Effettuare un investimento sulla criptovaluta Cardano ADA o Tron TRX;
  • Tenere le criptovalute sul proprio portafoglio;
  • Superati i 7 o 10 giorni (dipende dalla criptovaluta), eToro inizierà a calcolare le ricompense di staking;
  • eToro elaborerà un report e lo invierà a fine mese al cliente;
  • I pagamenti da staking eToro avvengono in modo automatico entro il 14 giorno del mese successivo, e vengono accreditati direttamente sul conto del cliente.

Puoi scoprire di più qui.

Perché non è possibile investire in criptovalute con la banca?

Il motivo è semplice. Le criptovalute vanno ad attaccare due dei monopoli che tipicamente sono privilegio di banche e stati:

  1. Il trasferimento di denaro, che ad oggi è completamente in mano alle banche, sia per i piccoli trasferimenti che per quelli grandi; anche i sistemi alternativi nati prima delle criptovalute, ad un certo punto della filiera, non possono che rivolgersi ai circuiti bancari per la gestione dei pagamenti ultimi;
  2. La regolazione di ultima istanza: lo stato oggi è il regolatore di contratti e l’arbitro nel caso in cui una delle due parti dovesse essere inadempiente; con gli smart contract la necessità della sua presenza nelle negoziazioni è di molto ridotta.

In aggiunta le criptovalute sono state per lungo tempo sfuggenti alle grinfie del fisco e delle agenzie delle entrate di tutto il mondo. Il quadro, a questo punto della trattazione, dovrebbe essere sufficientemente chiaro.

>>Puoi iniziare ad investire in criptovalute facendo prove gratuite con Trade.com (apri un conto qui).

Investire in criptovalute conviene?

Sì. Investire in criptovalute vuol dire destinare i propri capitali ad un mercato che è in continua espansione e che tra qualche anno avrà conquistato ampissime fette di mercato. La tecnologia che sottende al funzionamento di tutte le principali criptovalute è talmente innovativa che non si potrà sicuramente farne a meno.

Le potenzialità offerte sono di livello altissimo e anche le banche, anche se con una certa riluttanza, hanno cominciato ad investire nel settore. Si tratta al momento di uno dei più interessanti settori dove cominciare a muoversi, e chi si lascia scappare questa possibilità finirà, senza ombra di dubbio, per pentirsene nei prossimi anni.

Di seguito puoi consultare la tabella che ti mostra le migliori piattaforme per giocare in borsa investendo in criptovalute.

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Criptovalute: quali sono i rischi di investire sul mercato?

Quali sono i rischi di investire in criptovalute? Considerando la popolarità e l’introduzione di un numero in costante crescita di valute digitali e progetti legati al campo DeFi e della blockchain, prima di decidere se si tratta del mercato giusto a cui accedere, è bene che tu metta in conto quali sono i rischi insiti nel trading criptovalute.

Investire in criptovalute – riassunto rischi:

❌Rischi
Volatilità di mercato
Mercato spesso instabile e incerto
Seguire l’hype del mercato
Scelta errata del provider (rischio truffa)
Rischi di investire in criptovalute

La prima parte della tabella riepilogativa dei rischi di investire in criptovalute mette in evidenza che, prima di tutto, dovrai prestare attenzione ai movimenti e ai repentini cambiamenti di prezzo e direzione a cui è soggetto il mercato. Infatti, le crypto sono note tra gli asset più volatili di sempre: questo significa che presentano delle oscillazioni di prezzo costanti, di cui approfittare attraverso strategie di trading CFD su base giornaliera.

Allo stesso tempo, non bisogna dare per scontato che una criptovaluta prosegua verso un percorso lineare e stabile. Al contrario, dobbiamo monitorare con attenzione le evoluzioni di mercato: molto spesso, è il sentiment generale di mercato stesso a far cadere a picco il prezzo di una crypto. Proprio per questa ragione, dobbiamo ribadire che investire in crypto seguendo l’hype di mercato può essere un rischio da non sottovalutare, poiché si tratta di entusiasmo momentaneo destinato a scemare – quasi sempre – sul brevissimo termine.

Infine, un ultimo rischio di investire in criptovalute implica una scelta poco oculata del provider di mercato attraverso il quale iniziare a compravendere le migliori valute digitali. Dunque, in questo caso, la soluzione è semplice: è sufficiente aprire un conto con broker sicuri ed affidabili come eToro, evitando conseguentemente di affidarti a piattaforme non regolamentate e dalla dubbia reputazione nel settore.

Previsioni criptovalute [2023]

Non possiamo non dedicare un approfondimento riguardante le previsioni sulle criptovalute 2023, soprattutto dopo aver assistito al crollo del mercato nel 2022. Ovviamente, dobbiamo precisare che le stime e le proiezioni, soprattutto sul lungo termine, non sono assolutamente sicure al 100%, poiché si tratta pur sempre di asset soggetti a costanti fluttuazioni di prezzo e a repentine inversioni di tendenza.

  • Quali sono le previsioni Bitcoin 2023?

Nonostante l’andamento del Bitcoin nel corso del 2022 sia stato deludente per numerosi investitori perché ha riportato una discesa vertiginosa la cui conseguenza sono stati gli elevati livelli di volatilità giornaliera, le previsioni 2023 sembrano modificare gli scenari. Infatti, gran parte degli analisti concorda nel ritenere che i Bitcoin sono un ottimo investimento di lungo termine e confermano delle stime rialziste già a partire dall’inizio del nuovo anno. Il consiglio, nel caso in cui fossi avverso ai rischi di mercato, è quello di investire oggi in BTC, in modo da approfittare di prezzi più accessibili di cui beneficiare – potenzialmente – in seguito.

  • Quali crypto esploderanno nel 2023?

Tutti i trader interessati al mercato delle cripto-monete sembrano porsi tale domanda. Anche in questo caso, ovviamente, forniremo delle previsioni di lungo termine che vanno intese come degli spunti operativi, piuttosto che come delle informazioni certe su cui basare le tue future negoziazioni sul mercato.

Considerando che, in linea generale, il 2023 dovrebbe esser caratterizzato da una ripresa in generale del mercato, soprattutto per l’adozione su larga scala di diversi progetti DeFi; blockchain e, soprattutto, legati al metaverso, abbiamo diverse opzioni da valutare per investire in criptovalute.

Intanto, ecco una tabella delle 4 criptovalute che esploderanno nel 2023:

🎮Criptovaluta💥Previsioni 2023⤵️Dove investire
EthereumRialziste – target price medio $3,537.94eToro
Shiba InuRialziste – target price medio 0.0005$eToro
Lucky BlockRialziste – target price medio $0,010000Binance (con conto da collegare ad exchange come PancakeSwap)
DogecoinRialziste – target price medio $1,10eToro
Investire in criptovalute: principali 4 che esploderanno nel 2023

Ovviamente, l’assunto di base da dover assimilare quanto prima per investire correttamente e consapevolmente in criptovalute è che il mercato in questione è uno dei più caotici e poco lineari di sempre. Proprio per questa ragione, dovrai cercare di restare aggiornato con le notizie più recenti, accedendo ad appositi forum criptovalute, oppure traendo vantaggio da strumenti di ultima generazione. Tra questi, il migliore per non perdersi le ultime di mercato è il calendario economico: gratuitamente disponibile accedendo alla piattaforma FP Markets.

Quanto si può guadagnare investendo in criptovalute

Il guadagno è ovviamente variabile, nel senso che dipenderà da diversi fattori. Chi ha investito in Bitcoin 4 o 5 anni fa, ha visto il suo capitale crescere di 20.000 volte, ovvero incassando 200.000 euro ogni 10 euro investiti. Somme da capogiro, che non è detto che si ripresenteranno in futuro, anzi.

Bitcoin ha regalato enormi guadagni a chi ha investito

I ritmi di crescita delle migliori criptovalute sono sicuramente rallentati nel corso del 2022, ma sono comunque più che interessanti per chi vuole giocare in borsa con lo scopo di investire in questo tipo di asset, indubbiamente innovativi e al centro dell’attenzione anche per investitori istituzionali. In aggiunta, come avremo modo di vedere più avanti nel corso della nostra guida, è possibile ormai investire in criptovalute ricorrendo a strumenti e a piattaforme molto convenienti e a bassissimo costo.

Non ci sono differenze sostanziali tra gli investimenti in Forex e gli investimenti in criptovalute, almeno per quanto riguarda gli strumenti che abbiamo a disposizione. Vuoi renderti conto di come muoverti e di quanto potenzialmente potresti guadagnare? Testa con una demo come quella offerta da Plus500

Dove investire in criptovalute

Ci sono in realtà diverse modalità per investire in criptovalute, alcune più convenienti altre meno convenienti. Da questo punto della guida in poi ci occuperemo proprio di tutte le opportunità che abbiamo per intervenire su questi mercati, scegliendo tra gli strumenti che più fanno al caso nostro.

Le alternative al momento presenti sono fondamentalmente due:

  • gli exchange, ovvero delle piattaforme online appositamente realizzate per consentire l’acquisto diretto di criptovalute, caratterizzate, come vedremo, da commissioni più elevate e condizioni di investimento abbastanza rigide;
  • le piattaforme trading, ovvero dei mezzi con cui comprare e vendere criptovalute a costi accessibili e traendo a pieno i vantaggi di strumenti derivati come i CFD.

Prima di spiegare quali sono le principali differenze tra queste due modalità opposte per investire in criptovalute, ecco un rapido confronto tra exchange Crypto e piattaforme CFD:

❓Provider di mercato:💸Costi💻Modalità di investimento 👨🏻‍🏫Esperienza richiesta💰Offerta Crypto
ExchangeFissi – medio/altiDiretta (solo acquisto)EspertiSempre aggiornata e variegata
Piattaforme CFDBassi e variabili – solo spreadIndiretta (acquisto e vendita allo scoperto)Principianti / intermedi / espertiLimitata ma aggiornata
Investirne in criptovalute: confronto exchange e piattaforme CFD

Fino ad ora, abbiamo quindi messo in evidenza che le piattaforme CFD sono gli strumenti più adatti per investire in criptovalute, soprattutto per neofiti e principianti. L’unico svantaggio è che, rispetto ai migliori exchange, queste propongono un’offerta di crypto più limitata.

Ovviamente, entrambe le modalità risultano valide e possono condurci a risultati finanziari soddisfacenti: in questo caso, bisogna attuare delle scelte in linea con le nostre esigenze; sia in termini di capacità che economici. Infine, ricordiamo che in questo caso, l’aspetto più importante è la sicurezza e l’affidabilità di una piattaforma / exchange: dopo aver verificato questo, possiamo passare in rassegna i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le soluzioni di investimento possibili.

Conviene investire sugli exchange?

Gli exchange per criptovalute sono la forma più basilare di trading che possiamo utilizzare per cercare di guadagnare dagli investimenti in questo settore. Ce ne sono diversi, sia in Europa che nei paesi invece che non fanno parte dell’Unione.

Alcuni offrono la possibilità di investire nelle criptovalute contro Dollaro, Euro e Yen, altri invece offrono scambi soltanto all’interno del settore cripto. Gli exchange, sebbene diversi l’uno dall’altro, hanno delle caratteristiche comuni che li rendono però poco adatti all’investimento professionale, o comunque all’investimento di chi ha come unico obiettivo quello di speculare sulle criptovalute per guadagnarci.

Investire in criptovalute sugli exchanges per noi non è poi così conveniente. Di seguito te ne illustriamo le nostre opinioni racchiuse in 3 principali problematiche:

1° problema – le commissioni

Le commissioni su ogni transazione sono molto alte, e spesso superano addirittura lo 0.50% – questo vuol dire che di ogni trade che portiamo a termine, questa percentuale sarà trattenuta dalla piattaforma, con una perdita importante sia sul breve che sul lungo periodo. Con i broker online come eToro questo non avviene (approfondisci qui).

2° problema – assenza di materiale formativo per fare pratica

Difficilmente vengono offerti strumenti per il trading avanzato, che possono essere gli ordini condizionali, l’analisi professionale dei grafici, gli ordini dilazionati. Lavorare senza stop loss e take profit, senza posizioni complesse e senza poter analizzare gli andamenti in dettaglio è difficile, se non impossibile; vorrebbe dire, metaforicamente parlando, andare alla guerra con armi spuntate.

Con i broker online come Capital.com questo non avviene – osserva qui questo kit formativo per iniziare.

3° problema – problemi alle reti

Le piattaforme exchange hanno spesso problemi al crescere delle transazioni, cosa che si è verificata SPESSISSIMO anche a fine del 2018, quando c’è stato un boom del sentiment verso le criptovalute… e più in genere accade anche oggi, nei momenti di intensa attività di scambio.

eToro, a differenza degli exchanges, dispone di una piattaforma trading sicura e a zero commissioni (politica low spreads). Scopri di più qui. Sono problemi non di poco conto, ai quali possiamo fare da contraltare con alcuni dei lati positivi degli exchange:

  1. Hanno in genere un parco criptovalute più ampio, offrendo anche la possibilità di investire in criptovalute di nuova generazione, che spesso sono ignorate dalle piattaforme trading classiche;
  2. Sono di più facile accesso, nel senso che spesso non c’è bisogno di identificarsi e si può operare, a proprio rischio e pericolo, senza esporre la propria identità.

La bilancia dei pro e contro pende decisamente verso questi ultimi, e quindi le piattaforme exchange dovrebbero essere evitate da chiunque voglia investire nelle criptovalute in modo serio e proficuo. Puoi iniziare a fare trading di criptovalute con un demo gratis su Capital.com.

Come investire in criptovalute facendo CFD trading

Ci sono diverse piattaforme di trading che offrono la possibilità di investire in criptovalute, tipicamente ricorrendo ai CFD, degli strumenti derivati – Contratti per Differenza – che rendono l’investimento in criptovalute molto più semplice, soprattutto per principianti ancora poco abili nel mondo finanziario. Semplice al punto tale da poter essere equiparato a qualunque tipo di operazione nel mercato Forex.

Le migliori piattaforme ti fanno investire in tutte le principali Criptovalute

Infatti, stiamo per offrire delle delucidazioni di primaria importanza riguardanti la scelta della piattaforma: il primo step per investire in criptovalute avendo a disposizione tutti gli strumenti e le risorse necessarie, ma anche secondo dinamiche sicure e che proteggono gli interessi dei trader online.

Come scegliere una buona piattaforma per investire

Riprendendo il discorso appena concluso, abbiamo delineato alcune linee guida da cui semplificare la scelta della piattaforma trading per investire in crypto:

  1. Presenza di autorizzazioni: la piattaforma che abbiamo scelto deve essere accreditata presso uno degli enti di controllo MiFID, tipicamente FCA o CySEC;
  2. Presenza di un discreto numero di Criptovalute per fare trading: almeno le 3 o 4 principali
  3. Facilità di utilizzo: non c’è bisogno in alcun modo di piattaforme troppo complesse per investire al meglio in criptovalute;
  4. Presenza di un conto demo: il conto demo ti permette di imparare i fondamentali della piattaforma che hai scelto e soprattutto di testare le tue strategie senza rischiare il tuo capitale;
  5. Presenza di altre caratteristiche: possono essere il social trading, la presenza di eventuali centri informativi e di segnali, etc.

Una volta appurati i criteri per la scelta di una piattaforma, ti proponiamo la nostra classifica delle migliori piattaforme di trading CFD – sicure ed affidabili – per investire in criptovalute:

eToro

eToro (qui puoi scoprire il sito uffciale) è stata una delle prime piattaforme ad offrire la possibilità di investire in criptovalute. È un broker CFD e offre questo tipo di contratti con sottostanti con le principali criptovalute, da Bitcoin a Ethereum, passando per Zcash e Ripple.

eToro è una piattaforma alla quale puoi accedere sia dal pc, sia da smartphone che da tablet. Spread molto bassi e possibilità di aprire un conto demo. Tra le opportunità più interessanti offerte da eToro trovi anche la possibilità di effettuare social trading, ovvero di ricevere segnali, indicazioni di investimento e addirittura copiare le strategie dei migliori trader della piattaforma.

>>> Clicca su questo link per iniziare ad investire in criptovalute su eToro! <<<

Capital.com

Anche Capital.com (qui per conoscere il sito ufficiale) offre la possibilità di operare su un listino criptovalute particolarmente fornito, per abbinare inoltre questo tipo di investimento anche con gli altri asset presenti sul listino di questo broker. Capital.com è un broker nato nel 2016, dotato di licenza CySEC e brand di proprietà della Capital Com SV Investments Ltd.

Piattaforma online perfetta anche per chi vuole investire al tempo stesso in Forex e altri sottostanti in CFD (complessivamente oltre 3.000+), e per chi vuole andare ad operare con listini complessi tramite un’interfaccia facile da usare.

Perchè conviene fare trading di criptovalute con Capital.com?

  • Intelligenza artificiale integrata alla piattaforma trading di proprietà del broker;
  • Oltre 235+ cross criptovalutari (anche molte nuovissime ed emergenti);
  • MetaTrader4 e TradingView, ideali anche per fare trading automatico;
  • Possibilità di iniziare partendo da un deposito minimo di soli 20 euro / usd;
  • Corsi e materiale formativo gratuito;
  • Trading Central signal & Trading Analisys integrato sulla piattaforma;
  • Zero commissioni fisse per bitcoin trading & Altcoin;
  • App Gratuita, veloce e all’avanguardia, corredata da oltre 75+ indicatori tecnici per fare analisi avanzata;
  • Spreads variabili minimi;
  • Triplice licenza – CYSEC, FCA, NBRB;
  • Assistenza sempre disponibile 7 giorni su 7, 24 ore su 24 ore.

Plus500

Plus500 (qui puoi conoscere il sito ufficiale) è uno dei principali broker che ti permettono di operare sul mondo delle criptovalute. Offre un assortimento di tutto rispetto, con la possibilità di investire anche allo scoperto su Bitcoin, Ethereum, IOTA, Bitcoin Cash, Litecoin, NEO, Ripple, con la possibilità anche di investire sul rapporto di valore tra Ethereum e Bitcoin. Plus500 ti offre per l’investimento una piattaforma proprietaria ed evoluta, nonché la possibilità di investire sulle criptovalute che preferisci anche da smartphone o tablet.

Il tutto con la possibilità di creare portafogli anche molto complessi grazie a listini che presentano tantissimi titoli, dei comparti più disparati. Plus500 mette anche a disposizione un conto demo gratuito, per permetterti di investire e testare le tue strategie con capitale virtuale, senza rischiare i tuoi risparmi.

>> PLUS500 È UN BROKER CFD CON CONTO DEMO GRATUITO – APRILO ORA <<< *

*Il 76,4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

Trade.com

Trade.com (qui per il sito ufficiale) è uno dei broker online con i listini più forniti e ti permette di investire sia direttamente sia allo scoperto in tutte le principali criptovalute. Trade.com è una piattaforma che è apprezzatissima sia dai broker professionisti sia invece da chi si diletta nel tempo libero nel trading online, grazie alla sua profondità e alla facilità d’uso.

Per il momento è possibile investire su Trade.com su Bitcoin, Bitcoin Cash, Dash, Dash contro Euro, Litecoin, Litecoin contro Euro, Ethereum e Ethereum contro Euro. La particolarità della piattaforma è di offrire anche agli investitori europei la possibilità di andare ad investire su criptovalute direttamente in Euro, senza dover necessariamente fare il cambio prima in dollari.

>> TRADE.COM TI OFFRE UN CONTO DEMO GRATUITO PER FARE PRATICA – APPROFITTANE SUBITO <<< Trade.com permette inoltre di migliorare le tue conoscenze nel trading con ebook, corsi di formazione, assistenza e analisi giornaliere gratuite e professionali.

IQ Option

IQ Option (qui per il suo sito) è uno dei broker più attivi sul mercato delle criptovalute. Ne sono presenti a listino ben 15, dal più popolare Bitcoin, passando poi per Bitcoin Cash, Ripple, Ethereum, Litecoin, EOS, Stellar, Neo, TRON, Dash, Ethereum Classic, Qtum, OmiseGO, Zcash e Bitcoin Gold.

Nota bene: questa lista può cambiare, pertanto ti invitiamo a consultare la stessa sul sito ufficiale www.iqoption.com/it per restare sempre aggiornato sulle criptovalute disponibili al trading oggi ). IQ Option è uno dei broker più popolari in Europa e ti permette di investire non solo in criptovalute, ma anche in azioni, opzioni e Forex, per la gestione diretta di un portafoglio anche complesso dalla stessa piattaforma.

Commissioni basse, ordini condizionali, vendita allo scoperto e possibilità di accedere anche ad un conto demo gratuito rendono IQ Option una delle piattaforme ideali per investire in criptovalute.

>> INVESTI ADESSO IN CRIPTOVALUTE CON IQ OPTION – APRI SUBITO IL TUO CONTO DEMO GRATUITO!

Le criptovalute sono illegali?

No, assolutamente. Le criptovalute non sono illegali. Anche le legislazioni che le avversano particolarmente al massimo hanno evitato di normarle, non arrivando mai a bandirle dalla propria legislazione. Questo vuol dire che puoi operare in criptovalute praticamente ovunque, anche e soprattutto dall’Italia, senza temere alcunché.

In aggiunta, vale la pena di ricordare che nel caso in cui dovessi investire tramite CFD e dunque tramite una delle piattaforme che ti abbiamo indicato, non starai investendo direttamente in criptovalute, ma tramite contratti che le rappresentano, contratti che sono perfettamente legali nel nostro paese.

Si pagano tasse sugli investimenti in criptovalute?

Sì. Vigono le stesse tasse che andresti a pagare sugli investimenti in forex e sui redditi da capitale. Parliamo del 26% sul netto che si va a guadagnare. Le piattaforme che ti abbiamo indicato all’interno della guida in questione si preoccupano di agire come sostituti di imposta nel grosso delle circostanze. In tutti gli altri casi, dovrai semplicemente comunicare al commercialista questi redditi, sarà lui ad andare a scegliere la modalità di pagamento fiscale più adatta.

Su quali criptovalute conviene puntare?

Sono molte le criptovalute che al momento presentano prospetti interessanti per l’investitore, ovvero quelle criptovalute sulle quale potrebbe essere conveniente puntare nel breve, medio e lungo periodo:

  1. Bitcoin: è la regina delle criptovalute e per questo motivo continuerà a trainare il mercato per i prossimi anni. Non è tecnologicamente molto evoluta, ma può contare su un livello di adozione tanto alto da mantenere il proprio valore anche nel caso in cui dovessero spuntare altre criptovalute più performanti (ed in realtà sono già comparse!) (scopri il trading di bitcoin sul top broker Capital.com);
  2. Ethereum: la rete Ethereum, come abbiamo detto in apertura di questa guida, è capace di supportare gli smart contract e dunque può essere utilizzata anche per negoziazioni più complesse. È una di quelle più interessanti del momento, e soprattutto una di quelle meglio capitalizzate;
  3. Ripple: la risposta del capitalismo mondiale al movimento delle criptovalute; ha un funzionamento particolare ed è stata già adottata come network da moltissime banche internazionali. Il suo valore è in ascesa e sarà una di quelle delle quali continueremo a parlare nel futuro;
  4. Tamadoge: si tratta di uno dei giochi Play to Earn più popolari del settore, il cui progetto è legato anche al Metaverso (Tamaverso) e prevede la presenza di un marketplace per comprare NFT. Insomma, non possiamo negare il carattere innovativo e i margini di crescita allettanti che caratterizzano il token TAMA sul medio/lungo periodo, anche se già ravvisabili sul breve termine;
  5. Battle Infinity – anche in questo caso, facciamo riferimento ad un progetto che appartiene al mondo del gaming play to Earn e al Metaverso. Le esperienze immersive proposte da Battle Infinity e i numerosi giochi proposti sembrano solo alcuni dei numerosi motivi per i quali IBAT è una crypto su cui puntare nel 2022/2023.

Nulla ti vieta di investire in altri strumenti e in altre criptovalute. Se vuoi comporre però un portafoglio affidabile, queste sono di gran lunga le migliori criptovalute a disposizione. Puoi comunque trovare il top delle criptovalute da tutti i migliori broker. Come puoi vedere tu stesso aprendo una demo gratis sulla piattaforma consigliata eToro.

Leggi questa nota importante:

Considerata l’elevata richiesta da parte dei nostri lettori in relazione all’argomento criptovalute, negli ultimi mesi gli analisti di Giocareinborsa.net hanno realizzato numerosi studi per capire quali sono oggi le migliori criptovalute emergenti sulle quali vale la pena puntare.

La normativa in Italia sugli investimenti in criptovalute

Non esistono normative particolari in Italia per quanto riguarda le criptovalute. Sono trattate come strumenti di investimento valutario, e quindi tassate di conseguenza.

Benché il nostro Paese sembri essere particolarmente indietro su queste tematiche, non esistono ostacoli di alcun tipo per l’investimento in criptovalute in Italia. Esistono soltanto delle circolari che confermano che l’aliquota da applicare è del 26%. Dunque puoi aprire subito un conto e fare trading con IQ Option, senza preoccupazioni.

Portafoglio criptovalute: come diversificarlo? [consigli per principianti]

Le criptovalute fanno parte di un mercato estremamente volatile, con grosse variazioni di valore all’interno anche della stessa giornata di scambi. Questo vuol dire che è necessario andare a scegliere una composizione del portafoglio tale da “ammortizzare” questo andamento altalenante delle criptovalute con un portafoglio ad hoc.

Idealmente sarebbe il caso di scegliere strumenti da accompagnare che siano:

  1. Relativamente stabili e che dunque non abbiano un andamento troppo altalenante;
  2. A basso profilo di rischio, ovvero accontentandosi di rendimenti più bassi in cambio di un minore rischio di perdere il capitale.

Possono essere scelti a questo scopo tantissimi strumenti, dalle obbligazioni con buon rating alle azioni più sicure. Sta a te scegliere la composizione perfetta per giocare in borsa con successo puntando anche sulle criptovalute.

La strategia di diversificazione del portafoglio – già nota a chiunque conosca l’importanza del money managemen– che si ricorra ad investimenti prettamente destinati alle criptovalute o meno, è una condizione necessaria per operare con il miglior possibile rendimento e, di conseguenza, per ridurre i rischi che sono comunque insiti nei mercati. Il modo migliore per diversificare, ovviamente, implica la scelta di broker che offrono un ampio e variegato listino di asset.  Il che vuol dire appunto che dovrai affidarti a broker come Trade.com che offrono più di 2.200 titoli per fare trading.

Come scegliere le criptovalute su cui investire

Le criptovalute sono valute decisamente particolari, in quanto non sono emesse da banche centrali, non hanno un’economia nazionale di riferimento e dunque sono completamente slegate dalle normali logiche e dinamiche che animano le valute tradizionali.

I segnali da interpretare sono dunque diversi e diventa necessario andare ad individuare quelli più importanti:

  1. Volume di scambi: tendenzialmente è molto alto quando ci sono dei crolli, ciclici, della criptovaluta di riferimento;
  2. Notizie che arrivano dai siti specializzati: bisognerebbe cercare di evitare quelle che sono le notizie che arrivano dai classici giornali finanziari, che non sembrano aver compreso appieno il fenomeno delle criptovalute.

Operare sulle criptovalute è qualcosa a se stante: tutto quello che sappiamo sul mercato valutario vale decisamente poco. Ricordati sempre che broker come Capital.com ti offrono strumenti avanzati anche per le criptovalute.

Le criptovalute sono una bolla?

No. L’andamento altalenante con delle crisi cicliche che colpiscono l’intero settore non devono far pensare il contrario. Solo per il 2017 si sono contati 7 crolli verticali di Bitcoin, che sono stati poi seguiti da altrettante corse, che non solo hanno recuperato il valore perso, ma lo hanno addirittura moltiplicato. Investire in criptovalute che sono ormai in giro da diversi anni vuol dire essere ragionevolmente certi che non stiamo investendo in una bolla, o almeno non più che investire in azioni o altri tipi di titoli.

Puoi iniziare a fare trading di criptovalute partendo da un conto prova su eToro.

Puoi guadagnare anche quando le criptovalute perdono

Chiudiamo la nostra guida completa alle criptovalute, approfondendo il concetto di vendita allo scoperto, ovvero della possibilità di aprire posizioni sell sui mercati, in modo da trarre dei profitti anche da situazioni apparentemente sfavorevoli. È un’opzione che viene offerta da praticamente da tutte le piattaforme broker che abbiamo indicato, poiché è tra le principali caratteristiche del CFD trading.

La borsa è un mercato volatile, e dunque pieno di opportunità per l’investimento – MIBTEL ULTIMI 5 ANNI

Con la vendita allo scoperto diventa possibile investire in criptovalute anche quando queste stanno vivendo delle fasi di mercato ribassiste, avendo così una doppia chance per aprire una posizione e raggiungere i profitti prefissati.

Le Criptovalute sono volatili e dunque ti conviene investire anche al ribasso

Con le criptovalute che ciclicamente distruggono valore, vuol dire poter sfruttare la volatilità a nostro vantaggio, per portare i rendimenti annuali anche in tripla cifra. Tutti i broker che abbiamo consigliato nel corso della nostra guida di oggi sono broker che ti consentono di investire allo scoperto anche sulle criptovalute.

Come fa anche eToro (qui per cominciare con lui ad investire in criptovalute). Se vuoi accedere alla possibilità di investire allo scoperto, dovrai però necessariamente rivolgerti alle piattaforme broker che ti abbiamo indicato. Nessuno degli exchange, anche tra i più popolari, offre questo tipo di possibilità.

Criptovalute: Considerazioni finali

La nostra guida, interamente dedicata agli investimenti in criptovalute, dovrebbe averti spianato la strada verso delle decisioni ponderate e adatte alle tue abilità e alle tue preferenze in termini di investimento.

Infatti, ti consigliamo, prima di concludere, di iniziare ad investire in criptovalute aprendo delle demo gratuite ad esempio su eToro, in modo da poter iniziare a far pratica con la piattaforma, ma soprattutto, così che tu possa sperimentare e testare delle strategie valide per comprendere come e su quali criptovalute conviene investire.

Inoltre, ti ricordiamo che investire in criptovalute comporta sia dei vantaggi che degli svantaggi, legati soprattutto all’instabilità e all’estrema volatilità che caratterizza il mercato. Tuttavia, studiando con attenzione e analizzando con costanza gli scenari futuri previsti, potrai avere un’idea più chiara delle migliori criptovalute su cui investire – approfittando della ripresa attesa per il 2023.

Criptovalute – FAQ: Domande e risposte comuni

Cosa sono le criptovalute?

Le criptovalute sono monete digitali decentralizzate che si basano su delle blockchain proprie. In termini finanziari, sin dal 2009, le criptovalute rappresentano gli asset che hanno rivoluzionato i mercati.

Come e dove investire in criptovalute?

Per investire in criptovalute abbiamo a disposizione due soluzioni: gli exchange o le piattaforme di trading CFD. Queste ultime risultano maggiormente convenienti per i principianti, in quanto offrono dei costi variabili e delle condizioni più flessibili per investire.

Conviene investire in criptovalute nel 2023?

Sì, sia in criptovalute di prima generazione come i Bitcoin, sia su criptovalute emergenti pronte ad esplodere come Tamadoge. Ovviamente, considerando operazioni di medio/lungo periodo, dobbiamo pur sempre monitorare l’andamento del mercato prima di scegliere su quali criptovalute è meglio investire.

23 commenti

  • Le cryptovalute sono il futuro del trading online. Come ogni altro mercato, il mercato della crypto ha il suo rischio, ma è comunque positivo suscitare grande interesse. Ho cercato di investire in molti mercati, come indice e materie prime, ma il mercato delle cripto valute mi sembra piu conveniente degli altri.

  • A me piace fare trading con le commodities. Avete controllato il prezzo del petrolio in questi giorni? Molti movimenti dopo l’accordo tra Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrain. Che posizioni avete aperto?

  • il mio account manager mi suggerisce di operare in litcoin. Non so cosa fare perché fino ad ora ho operato solo con gli scambi valutari e in materie prime. Sono sempre stato interessato a Bitcoin. Mi suggerite di lasciare Bitcoin e operare in Litcoin?

    • Ciao Claudio, beh le cripto sono tendenzialmente un’arma a doppio taglio, quindi occorre fare un trading ” veloce ” per lo più intraday, perchè sono molto ” suscettibili ” ed il loro prezzo è estremamente volatile.

      saluti

      • sono d’accordo.. è vero che è un mercato molto volatile ma è qui il bello.. mi attrae il fatto che cambia da un momento all’ altro e questo a mio parere ti dà l’opportunità di operare sia in long che in short.. penso che sulle cryptovalute questo fatto dovrebbe essere sfruttato al massimo

    • Anche io è da un po’ che opero anche con le cryptovalute… è un mercato molto volatile è vero, ma questo ti da la possibilità di fare diverse operazioni… però devo dire che il Bitcoin mi ha un po’ deluso, grande caduta e ancora non si sta riprendendo…

  • La situazione appare talmente difficile che molti dubitano che il Bitcoin potrà mai riprendersi,forse questo si traduce nel rafforzamento di etherium o anche delle altre cripto? Cosa ne pensate?

  • Vorrei porti una domanda: se io voglio investire sulle criptovalute ma ora stanno tutte scendendo di prezzo, che faccio?Devo aspettare oppure investire anche se stanno andando in ribasso

  • Salve!Sembra che i brutti giorni delle cripto siano finiti dato che questi giorni si è visto un aumento dei loro valori. Speriamo che la crescita continui nei anche nei prossimi giorni.

    • Oggi la crypto che risalta e si fa notare è Ripple, il cui prezzo non ha beneficiato del movimento rialzista con la stessa intensità delle altre criptovalute.Questa di oggi è una presa di fiato per la maggior parte delle criptovalute.

  • Ho sentito parlare di diversi video su Internet che puoi comprare bitcoin anche negli exchange ed è più consigliabile che lavorare con un broker. Puoi spiegare cosa cambia e perché è più consigliabile?

  • Salve!Qualcuno mi può spiegare la nuova cripto libra e come posso operare con questa cripto. Pensate che sia più vantaggiosa del bitcoin?

  • Vista la storia di Bitcoin, ragionare sul lungo termine, ovvero buttando 100 euro in Bitcoin, 100 euro su Ethereum, e così via… e dimenticarseli per due o tre anni, è una cosa poi così folle o, tutto sommato, è un atteggiamento che potrebbe premiare?
    Che strumenti sarebbe meglio utilizzare per fare questo?
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *