Giocare in borsa: guida completa al trading online

L’arrivo di Internet ha rivoluzionato non solo il mondo della comunicazione, ma anche quello degli investimenti. Sono finalmente alle spalle quegli anni durante i quali per investire bisognava rivolgersi alla banca o al promotore finanziario, con costi enormi e una dilatazione dei tempi che non permetteva di intercettare i trend.

guida giocare in borsa

Guida su come giocare in borsa

Oggi, dalla comodità di casa tua (e recentemente anche da smartphone e da tablet), puoi giocare in borsa investendo in ogni tipo di asset, potendo accedere anche a mercati che tramite il classico conto titoli in Banca ti sarebbero preclusi.

Giocare in borsa non è sempre facile, ma con le giuste dritte puoi portare a casa rendimenti più alti di quelli che ti offre l’investimento gestito da parte della banca o da parte dei fondi comuni.

Di seguito troverai una guida completa per individuare il settore di investimenti che può interessarti di più, per poi passare direttamente all’azione, con una rassegna che ti indicherà anche i broker migliori per andare ad operare.

Se sei nuovo del trading online, e anche se hai avuto già esperienze nel settore, continua a leggere, perché troverai una guida completa al trading online per iniziare, che ti accompagnerà per mano verso il tuo sogno, quello di far crescere il tuo capitale.

Che vuol dire fare trading online e giocare in borsa

Fare trading online vuol dire operare sui mercati che abbiamo scelto direttamente da casa, o comunque da dovunque abbiamo una connessione internet. Oggi la scelta per operare in questo tipo di settori è ampia e puoi fare riferimento a diverse piattaforme broker che ti permettono di investire su un enorme numero di titoli e di sottostanti.

Le piattaforme come Meta Trader ti permettono di giocare in borsa e fare trading professionale da casa

Muoversi in questo settore non è però semplice come vorrebbero farti credere le pubblicità. Siamo davanti infatti a mercati dove è necessario impegnarsi se si vogliono portare a casa rendimenti davvero alti.

Con la guida che ti proponiamo in questa pagina, avrai a disposizione tutti gli strumenti di cui hai bisogno per fare trading online da professionista e portare a casa profitti considerevoli.

Fare trading online vuol dire individuare il proprio mercato di riferimento, calcolare il proprio profilo di rischio e improntare una strategia che sia un mix tra rischio e rendimento. Una strategia possibilmente differenziata, che trasformi il nostro capitale investito in un treno impossibile da arrestare.

Ho bisogno di un consulente finanziario per giocare in borsa?

No. I consulenti finanziari non sono mai o quasi indipendenti e hanno interesse economico a proporti questo o quell’altro investimento. Non fanno i tuoi interessi, ma quelli delle banche e delle società di gestione.

Ti troverai a pagare commissioni decisamente importanti, che non hanno alcun senso se il capitale che devi amministrare è inferiore ai 150.000 – 200.000 euro.

Anche nel caso in cui tu possa disporre di somme tanto elevate, puoi comunque organizzare i tuoi interessi in modo più economico e più performante facendo da solo, individuando i mercati sui quali intervenire e poi andando a operare tramite piattaforme di trading online che siano adeguate e che soprattutto ti offrano la possibilità di investire senza spendere una fortuna in commissioni.

Altro punto è quello dell’indipendenza: sono ormai pochissimi i promotori finanziari che non hanno interesse a venderti questo o quel prodotto per proprio tornaconto personale. I gestori di fondi offrono laute ricompense a quei promotori che gli portano clienti e spesso, per questa ragione, i suoi interessi non coincideranno con i tuoi.

Affideresti mai i tuoi capitali a chi ha interessi diversi dai tuoi? Ecco, questo è uno dei motivi principali per evitare i consulenti finanziari e imparare a fare per conto tuo.

Quali sono i settori dove investire con il trading online

Ci sono tantissimi settori nei quali puoi decidere di investire tramite il trading online. Non ci sono possibilità che ti sono precluse. Con le giuste piattaforme puoi investire in qualunque comparto e anzi, dedicarti alla differenziazione del capitale, ovvero andare ad investire in comparti che tendenzialmente hanno andamenti opposti, per proteggerti da bolle e da crolli. Di seguito troverai una rassegna per quanto possibile completa dei comparti di investimento, in ordine di rischio.

Obbligazioni

All’interno del mondo delle obbligazioni troviamo titoli di ogni sorta e tipo, che vengono tenuti insieme nella medesima categoria per il loro sistema di funzionamento. Le obbligazioni non sono azioni, ma titoli di credito che si vantano nei confronti di chi ha emesso il titolo. Lasciando per un attimo da parte la definizione di scuola, possiamo dire che le obbligazioni funzionano come segue:

  1. Un ente statale (e talvolta una grande azienda) emette un titolo con un interesse incorporato
  2. Chi acquista suddetto titolo versa immediatamente la somma totale, per poi ricevere a scadenze regolari gli interessi pattuiti e a scadenza del titolo il capitale che avevamo prestato
  3. Possiamo cedere in qualunque momento il titolo sul mercato secondario, vendendolo al prezzo che il mercato determinerà

Esistono diverse tipologie di obbligazioni e orientarsi in un mercato così vasto non è mai facile, perché dobbiamo andare a scegliere tenendo conto di diversissimi fattori. I più importanti sono i seguenti:

  1. Emittente: un’obbligazione emessa dalla Germania è naturalmente diversa da una emessa dalla Turchia o dalla Grecia. Questo perché ovviamente la prima è decisamente più affidabile degli altri due. L’affidabilità dell’emittente è fondamentale: uno stato o un’azienda che falliscono, non sono in grado di restituire i soldi presi in prestito.
  2. Tasso di interesse: ogni titolo incorpora un determinato tasso di interesse. Tendenzialmente più i tassi sono alti, più l’emittente è a rischio. Questo perché uno stato o un’azienda che secondo i mercati non sono affidabili, devono offrire tassi più appetibili per raccogliere capitali sul mercato. Quando ti propongono un’obbligazione a tassi di interesse molto invitanti, sappi che stai investendo in qualcosa di rischioso.
  3. Rating: il rating è un indice sintetico emesso da diverse agenzie, che sintetizza il grado di affidabilità dell’ente che ha emesso il titolo. Non è la bibbia, nel senso che non di rado le agenzie prendono abbagli. C’è però anche da dire che un paese che ha rating BBB- è sicuramente meno affidabile di uno in AAA.
  4. Durata: le obbligazioni sono una categoria enorme, all’interno della quale troviamo titoli a scadenza di 1, 2, 3, 5, 8, 10, 15, 20, 30 o anche 80 anni. Ogni stato ha piena libertà nel emettere titoli della durata che preferisce. Tieni conto del fatto che più il titolo è a lunga scadenza, più aumentano i rischi. 10 anni fa, per fare un esempio, la Grecia era in condizioni economiche molto diverse da quelle di oggi. Pensa se avessi investito in un titolo a 20 anni in quel momento!

Tenendo conto di questo vademecum potrai investire senza alcun tipo di problema anche in obbligazioni, inserendo nel tuo portafoglio titoli che:

  1. Sono semplici da capire
  2. Hanno rendimenti che, fatta eccezione per quelle a tasso variabile (molto rare), sono calcolabili al momento dell’acquisto
  3. Se acquistati con oculatezza offrono un profilo di rischio relativamente basso

Le obbligazioni possono sicuramente far parte di un portafoglio ben strutturato, anche se hanno pochissimo da offrire all’investitore che cerca un po’ di avventura (e rendimenti più elevati).

Obbligazioni esotiche

Discorso leggermente diverso deve essere fatto per le obbligazioni esotiche. All’interno di questa categoria vengono fatte rientrare tutte quelle obbligazioni che vengono emesse da stati in via di sviluppo o da aziende che risiedono negli stessi paesi.

Vale grosso modo il discorso che abbiamo appena fatto per le obbligazioni classiche, seppur bisogna tenere conto, prima di investire in questo tipo di strumenti, di altre particolarità:

  1. Gli stati in via di sviluppo sono caratterizzati da una maggiore instabilità economica e politica: colpi di stato, conflitti, crisi economiche e bolle sono relativamente frequenti;
  2. Gli stati in via di sviluppo tendono a moltiplicare quello che avviene a livello mondiale: quando il trend è positivo, migliorano fortemente; quando si attraversa un momento di crisi, tendenzialmente hanno meno strumenti per farvi fronte, accusando colpi decisamente più forti;
  3. Anche se sono rare, le obbligazioni esotiche in valuta locale sono molto rischiose, perché incorporano anche il rischio di cambio. Sempre per fare un esempio pratico di quanto avvenuto qualche tempo fa, chi avesse investito in obbligazioni turche in TRY (Lira Turca) si sarebbe trovato con un -35% in portafoglio soltanto in virtù della debolezza della valuta in questione.

Le obbligazioni esotiche offrono spesso e volentieri interessi da capogiro, così alti da riuscire ad attrarre anche chi ha una bassa propensione al rischio. Ricordati sempre che il tasso di interesse offerto è sempre indice della rischiosità: più è alto, più stai mettendo il tuo capitale a repentaglio.

>>> Per la guida completa alle obbligazioni, visita: Guida trading Obbligazioni

Puoi investire in obbligazioni anche tramite ETF, CFD, etc.

Nonostante le obbligazioni siano uno degli strumenti più classicamente offerti dalle banche, puoi decidere di investire in questo settore anche attraverso le piattaforme broker che offrono ETF e CFD.

Nel caso degli ETF potrai scegliere indici che includono l’andamento di diverse obbligazioni, con focus sull’Europa, sugli USA, sui mercati emergenti. Sul funzionamento degli ETF parleremo anche più avanti.

Se non ti interessa percepire dei pagamenti periodici e ti interessa soltanto il valore del bond/obbligazione, puoi pensare di investire in obbligazioni anche ricorrendo ai CFD.

PIATTAFORME TRADING CONSIGLIATE PER GIOCARE IN BORSA

Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Markets.com
► APRI UN CONTO SU MARKETS.COM
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida 24option
► APRI UN CONTO SU 24OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida eToro
► APRI UN CONTO SU ETORO
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida IQ Option
► APRI UN CONTO SU IQ OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Plus500
► APRI UN CONTO SU PLUS500
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Trade.com
► APRI UN CONTO SU TRADE.COM
Capitale a rischio.

Azioni

Il mercato azionario è uno di quelli che ha perso più fascino negli ultimi anni. Mercato del rischio per eccellenza, ha subito l’arrivo sul mercato delle piattaforme per piccoli investitori di titoli più complessi e immediati, su tutti i derivati su materie prime e forex.

Il mercato azionario ha però ancora tantissimo da dire per chi vuole fare trading online e guadagnare somme importanti: è qui che si realizzano i guadagni importanti a parità di propensione al rischio e nonostante le sonore batoste durante la crisi, oggi le borse di tutto il mondo sono tornate a muoversi con trend positivi e allettanti.

Le azioni devono essere una delle frecce della tua faretra finanziaria e capire questo mercato vuol dire riuscire a sfruttare al massimo i momenti di trend positivo.

FTSE MIB ANDAMENTO

Il mercato borsistico è volatile – grandi opportunità per chi vuole giocare in borsa

Le azioni sono molto diverse dalle obbligazioni, di cui abbiamo appena parlato. Il funzionamento è il seguente:

  1. Le azioni altro non sono che microquote dell’azienda che l’ha emesse
  2. Sono vendute tramite mercati altamente regolamentati
  3. Vengono negoziate 5 giorni a settimana, tipicamente ad orario di ufficio
  4. Hanno un andamento che va dal molto stabile al molto instabile
  5. Danno diritto di voto durante le assemblee
  6. Offrono dividendi, anche se non sempre e soprattutto raramente a scadenze regolari

Dal breve menù che ti abbiamo appena sottoposto, dovresti capire in modo relativamente facile il funzionamento del mercato azionario:

  1. Compri le azioni di una azienda in cui credi
  2. Percepisci durante il mantenimento di tali azioni eventuali dividendi
  3. Vendi quando pensi che il prezzo sia giusto, cercando di portare a casa un profitto

Vale la pena di ricordare in questa circostanza quelle che sono le caratteristiche, dal punto di vista dell’investitore, di questo mercato:

  • L’andamento è altalenante: anche le aziende più solide vedono il titolo perdere anche più di un punto percentuale all’interno della stessa giornata di negoziazioni; chi non è in grado di sopportare tali sollecitazioni, dovrebbe rimanere lontano da questo mercato;
  • I guadagni potenziali sono molto alti, in quanto puntando sulle aziende giuste è possibile anche raddoppiare il proprio capitale nel giro di qualche anno;
  • È un mercato estremamente liquido, nel senso che puoi chiudere posizioni (e dunque cedere azioni) praticamente in tempo reale, a patto ovviamente di accettare il prezzo di mercato di quel momento
  • I rischi ci sono e sono direttamente collegati al rischio complessivo che si corre nel corso dell’investimento

Oggi con un comunissimo conto deposito titoli puoi investire sulle piazze italiane, e ricorrendo a strutture più articolate, come le piattaforme di trading online CFD, puoi andare a scegliere anche azioni dei mercati più lontani, mercati che ti sarebbero preclusi nel caso in cui dovessi scegliere opzioni più tradizionali.

>>> Per la guida completa alle azioni, visita: Guida trading Azioni

Azioni mercati in via di sviluppo

Lo stesso discorso vale per le azioni dei mercati in via di sviluppo, con tutti i caveat che valgono per le obbligazioni provenienti dagli stessi paesi. Siamo in mercati che potenzialmente offrono profitti enormi, in quanto operano in economie che viaggiano su tassi ben diversi da quelli del vecchio e stanco mondo occidentale.

La regola di base però da tenere sempre a mente prima di fare trading online e più in generale prima di fare qualunque tipo di movimento nel mondo della finanza è che ad ogni guadagno potenziale corrisponde un rischio altrettanto alto. I mercati non sono perfetti e spesso creano inefficienze, panico e distorsioni; sta di fatto però che con le informazioni disponibili in un determinato momento, gli stessi mercati sono molto bravi a prezzare il rischio, ovvero ad indicare quale tipo di remunerazione potenziale è necessaria di fronte al rischio insito in un titolo.

Fatte queste considerazioni di carattere generale, vale la pena inoltre di ricordare che tali mercati sono inaccessibili tramite i conti deposito titoli tradizionali, concentrandosi le banche ad operare esclusivamente nei mercati di casa nostra e in quelli più prossimi geograficamente.

Il mondo degli investimenti e del trading online ti apre però a diverse possibilità: oggi, dalla comodità di casa tua, puoi operare sulla borsa cinese, thailandese, indonesiana, turca, brasiliana (e chi più ne ha più ne metta) con strumenti adatti a cogliere ogni tipo di trend, sia quelli positivi che quelli negativi.

In linea di massima i mercati azionari dei paesi emergenti, quelli cosiddetti esotici, funzionano in modo amplificato rispetto ai mercati azionari ai quali siamo abituati: trend positivi e negativi sono molto più intensi.

Il fattore cambio: non dimenticarlo

Quando investi in azioni in paesi esotici, ricordati che stai investendo in valuta straniera e spesso valuta debole. Lira Turca, Real Brasiliano, etc. sono valute che tendenzialmente perdono valore, sul medio e lungo periodo, rispetto a Euro e Dollaro. I guadagni che hai conseguito devono dunque essere scontati di questo rischio.

Non prendere per buone le percentuali dei grafici: a fare da contraltare ci sono le eventuali perdite della valuta nominalmente utilizzata.

ETF

Passiamo alle forme di investimento più articolate con gli ETF: sono fondi gestiti “automaticamente”, nel senso che la composizione del portafoglio non è gestita da una società con i suoi consulenti, ma automaticamente prendendo un indice di riferimento e creando un portafoglio investimenti che replichi perfettamente l’andamento dell’indice in questione.

etf guida cosa sono e come funzionano

Con gli ETF puoi investire su un intero mercato con un solo titolo

La definizione di scuola, anche in questo senso, aiuta poco. Un esempio pratico può farti capire perché investire in ETF e come funzionano:

  1. Trovi sul mercato diversi ETF, che replicano diversi indici. Prenderemo per comodità un ETF che replica l’andamento del MIBTEL
  2. Tramite algoritmi di calcolo complesso, l’ETF in questione vende e compra titoli in relazione al loro peso relativo a livello di capitalizzazione complessiva dell’indice MIBTEL
  3. L’ETF è così in grado di replicare l’andamento dell’intero indice perfettamente

Gli ETF hanno diversi vantaggi, soprattutto rispetto ai fondi comuni di investimento:

  • Presentano commissioni estremamente basse
  • Sono estremamente liquidi: è facile vendere i titoli che abbiamo acquistato, in qualunque momento
  • Offrono una differenziazione adeguata, pur senza l’intervento… umano
  • Si può scegliere di intervenire su mercati anche parecchio lontani, senza le complicazioni e i costi relativi ai mercati esotici
  • Si possono scegliere ETF che incorporano leva finanziaria, ovvero che moltiplicano gli andamenti positivi e negativi dell’indice di riferimento.

>>> Per la guida completa agli ETF, visita: Guida trading ETF

Gli ETF sono una soluzione ottima, che viene offerta anche dalle migliori piattaforme broker per il trading online.

PIATTAFORME TRADING CONSIGLIATE PER GIOCARE IN BORSA

Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Markets.com
► APRI UN CONTO SU MARKETS.COM
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida 24option
► APRI UN CONTO SU 24OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida eToro
► APRI UN CONTO SU ETORO
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida IQ Option
► APRI UN CONTO SU IQ OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Plus500
► APRI UN CONTO SU PLUS500
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Trade.com
► APRI UN CONTO SU TRADE.COM
Capitale a rischio.

Fondi comuni di investimento

La seconda forma principale di risparmio gestito è quella dei fondi comuni. In questo caso siamo davanti a patrimoni enormi che vengono gestiti da società apposite, secondo regole che sono comunicate nello statuto di costituzione stessa del fondo.

Esistono moltissimi tipi di fondi comuni, che possiamo dividere innanzitutto per tipologia di strumenti utilizzati:

  • Fondi Obbligazionari: prediligono le obbligazioni come strumento principale di investimento, anche se un mix chirurgico di titoli può renderli comunque parecchio rischiosi
  • Fondi azionari: in questo caso si predilige invece l’azione come strumento principe di investimento; sono mediamente più rischiosi dei fondi obbligazionari, anche se non è sempre questo il caso;
  • Fondi immobiliari: investono esclusivamente in immobili e in società immobiliari; molto popolari durante il boom del settore, e che oggi invece è sempre meno considerato, dato che praticamente tutti i principali fondi di categoria sono stati liquidati;
  • Fondi bilanciati, liquidi, etc.: negli anni si sono aggiunte ulteriori categorie, che mescolano diverse tipologie di titoli in diversa percentuale.

I fondi comuni di investimento sono un prodotto che viene spinto con vigore sia dalle banche sia dai consulenti finanziari, per un motivo molto semplice: anche nel caso in cui il fondo dovesse essere in perdita, le società di gestione e le banche guadagnano comunque commissioni molto alte. Questo vuol dire che spesso gli interessi del gestore e quelli dei partecipanti al fondo non coincidono, o che, meglio, il fondo ha molta meno ansia da prestazione rispetto a chi detiene le quote.

Arriviamo così al punto fondamentale che dovrebbe tenerci sempre lontani dai fondi comuni di investimento, ovvero le commissioni. Siamo davanti a prodotti che infatti:

  • Esigono pagamento di commissione all’ingresso, ovvero quando si acquistano le quote di un fondo in apertura
  • Esigono anche commissioni di gestione, ovvero commissioni su base annua, piuttosto alte e che possono in alcuni casi superare anche il 2%

Investire in questo tipo di prodotti è conveniente per tutti i soggetti coinvolti, tranne che per te stesso. Meglio lasciar perdere.

Indici

Gli indici sono uno strumento particolarmente interessante per chi non vuole comporsi, titolo per titolo, portafogli differenziati e vuole invece andare a puntare sull’andamento di un intero listino o di un intero indice.

Gli indici sono rappresentativi di un gruppo di titoli, quotati sullo stesso mercato, che vengono pesati in relazione alla quantità di capitale sul totale.

Gli esempi più comuni che sicuramente tutti conosceranno sono FTSE MIB, NASDAQ, USA 500, Francia 40, Germania 30, etc. ovvero indici che rappresentano le migliori aziende per capitalizzazione tra quelle quotate in borsa.

I vantaggi dell’investimento in indici sono i seguenti:

  • L’investimento è differenziato, nel senso che sono presenti in pancia dell’indice titoli diversi sia per comparto che per rendimento, sia che per profilo di rischio;
  • Si segue l’andamento intero di un’economia: se non sai su che titolo USA comprare, scegliere un indice di quel paese ti permette di godere della crescita senza decidere su che cavallo puntare;
  • Non ci sono costi di commissione, perché sono fondi che sono gestiti assolutamente in modo automatico;
  • Scegliendo un CFD per investire su indici puoi applicare la leva finanziaria, e dunque moltiplicare l’andamento di un’intera economia pur avendo delle piccole disponibilità a livello di capitale.

Gli indici sono un’ottima scelta anche per comporre portafogli più complessi, magari scegliendoli per fare da contraltare ad investimenti anti-ciclici o anti-trend.

Materie prime

Nella categoria delle materie prime ( commodities in inglese ) finiscono diversi tipi di sottostanti per investimento, che spaziano dalle materie prime energetiche, per finire in quelle che sono invece pura riserva di valore (pensa all’oro).

Questo è uno dei settori più dinamici del mercato degli investimenti e che offre ottime possibilità di rendita e guadagno, soprattutto all’investitore che sa interpretare i movimenti di mercato.

Il mercato delle materie prime si sviluppa lungo tre direttive principali:

  • Trading su contratti 1:1, dove il contratto è il titolo di proprietà di una certa quantità di oro, platino, argento, petrolio, rame, etc.
  • Trading su futures, ovvero su contratti che puntano al prezzo futuro di un certo sottostante-materia prima; ci sono diverse varianti su questo tipo di contratti, alcune che danno diritto a comprare-vendere, altre che obbligano, con ovvie ripercussioni su prezzi e stile di trading
  • Da qualche anno a questa parte è anche possibile investire in materie prime ricorrendo ai CFD, ovvero i contratti per differenza; questo tipo di strumento permette di investire con leva finanziaria, in modo più avanzato e più semplice al tempo stesso, scegliendo una piattaforma unica per scegliere sia titoli tradizionali, sia invece investimenti più articolati, come le materie prime

L’investimento in Materie Prime ha delle particolarità di cui devi necessariamente tenere conto prima di procedere con l’investimento di questo tipo:

  1. Siamo davanti a strumenti molto volatili, nel senso che il prezzo di questi strumenti può aumentare o diminuire molto rapidamente;
  2. Il prezzo di questo tipo di prodotti non deriva soltanto dalle forze di mercato della domanda e dell’offerta, ma anche da situazioni di carattere politico; prendiamo il caso del petrolio, dove l’OPEC, una delle principali associazioni dei paesi produttori, può fare il bello e il cattivo tempo su prezzi e forniture;
  3. In realtà il grosso del prezzo non è determinato dal consumo effettivo di questo tipo di materiali, ma piuttosto da fortissimi movimenti speculatori;

Un mercato dunque che è sicuramente uno dei più difficili, e che dunque non è sicuramente adatto a chi sta muovendo i primi passi.

Se sei un investitore di primo pelo, devi lasciar perdere necessariamente le possibilità che vengono offerte dalle materie prime? No. Scegliendo una piattaforma per giocare in borsa che ti offre sia materie prime sia altri tipi di titoli, puoi cominciare ad investire in questo tipo di strumenti accompagnandoli a profili decisamente meno rischiosi e meno volatili, imparando con l’esperienza sul campo come muoverti.

Il modo migliore per investire in materie prime, soprattutto se non hai enormi capitali da investire, è il CFD: è facile da usare, ti permette di acquistare anche microlotti (i lotti standard prevedono investimenti minimi anche di 100.000 euro) e in aggiunta ti garantisce la possibilità di organizzare investimenti più complessi e differenziati, investendo anche in altri tipi di strumenti, più tranquilli e che possono aiutarti ad ammortizzare la volatilità delle materie prime.

>>> Per la guida completa alle commodities, visita: Guida trading materie prime

Forex

Il Forex è uno dei mercati più pubblicizzati su Internet, e molto meno dalle banche. I motivi sono presto detti:

  1. Le commissioni dei broker sugli scambi sono molto basse, il che è molto poco allettante per le banche, che possono invece riscuotere commissioni da capogiro con prodotti come i fondi comuni di investimento
  2. Sono prodotti che possiamo gestire per conto nostro, investendo in completa autonomia
  3. Sono mercati attivi 24/24 e praticamente in ogni giorno della settimana, esclusa la domenica
  4. Si spostano volumi così importanti che nessun investitore può operare in autonomia, anche se fosse l’uomo più ricco del mondo, per muovere il prezzo in alto o in basso; a grandi linee il piccolo investitore ha le stesse possibilità del grandissimo investitore

Investire in Forex vuol dire andare a scegliere una valuta e puntare sul suo rialzo rispetto alle altre valute. Puoi investire in Euro, Dollari Americani, Dollari Australiani, Yen, Dollari Canadesi, Sterlina, Franco Svizzero e qualunque altro tipo di valuta sia divisa nazionale di un qualunque paese.

>>> Per la guida completa al forex, visita: Guida trading Forex

Fare trading online sul Forex vuol dire affidarsi a piattaforme broker affidabili, e quello che ti consigliamo di fare, anche per facilità di utilizzo e strumenti e sottostanti a disposizione è di investire su una piattaforma che ti offra CFD o strumenti simili anche sul mercato valutario.

>>> SCEGLI TRA I MIGLIORI BROKER PER FARE TRADING SUL FOREX NELLA SEGUENTE TABELLA

PIATTAFORME TRADING CONSIGLIATE PER GIOCARE IN BORSA

Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Markets.com
► APRI UN CONTO SU MARKETS.COM
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida 24option
► APRI UN CONTO SU 24OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida eToro
► APRI UN CONTO SU ETORO
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida IQ Option
► APRI UN CONTO SU IQ OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Plus500
► APRI UN CONTO SU PLUS500
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Trade.com
► APRI UN CONTO SU TRADE.COM
Capitale a rischio.

Criptovalute

Le criptovalute sono la novità del momento: promettono di rivoluzionare il mondo dei pagamenti online e offline e sembrerebbero in grado, tecnicamente, di sganciare l’economia minuta dai circuiti bancari.

Ce ne sono tantissime, con le più popolari (e vantaggiose per chi ha investito) che sono Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Ripple, senza però che questa sia una lista che possiamo considerare come però non esaustiva, perché ne nascono di continuo, con una percentuale di queste che riesce ad arrivare sui mercati importanti.

Investire in criptovalute è identico ad investire in Forex, tenendo però conto di qualche particolarità che le criptovalute condividono:

  1. La quantità di valuta è limitata dall’algoritmo, nel senso che non se ne può produrre a piacimento, come invece avviene per le valute tradizionali; questo vuol dire che in un determinato momento nel futuro, non si potrà più emettere valuta!
  2. Non ci sono banche centrali che possono regolare il flusso monetario, o anche svalutare la valuta stessa!
  3. Il valore della criptovaluta è dato soltanto dalle forze della domanda e dell’offerta che operano sui mercati
  4. La crescita di questo settore è la più alta tra tutti i mercati finanziari sui quali investire.

Di seguito trovi una brevissima rassegna di quelle che sono le criptovalute più interessanti tra quelle presenti sulle migliori piattaforme dei broker per il trading online.

Bitcoin

Bitcoin è la criptovaluta per eccellenza. Ha la più alta capitalizzazione, è quella più scambiata ed è quella che è riferimento per l’intero mercato. Opera ormai da qualche anno e ha garantito rendite e guadagni importantissimi a chi ha investito per tempo.

Bitcoin è l’anno zero del mondo delle criptovalute: ha un funzionamento semplice e non integra le novità tecniche che vengono offerte dalle altre criptovalute. Non per questo però, non riuscirà a tenere botta. È il “dollaro americano” del mondo delle criptovalute, e continueremo a sentirne parlare ancora per molto.

Bitcoin Cash

Bitcoin Cash è nato da una divisione all’interno della comunità di Bitcoin e offre diverse novità rispetto alla sua valuta “genitrice”. Bitcoin Cash infatti:

  • Utilizza un algoritmo “più semplice” per creare valuta e confermare le transazioni, rendendo il sistema effettivamente più decentrato e più indipendente rispetto alle grande “miniere” costituite da enormi calcolatori messi in parallelo
  • Offre transazioni più rapide e meno costose rispetto a Bitcoin

Anche se per il momento il valore di Bitcoin classico è più alto, Bitcoin Cash continuerà sicuramente a far parte del gruppo di criptovalute più interessanti.

Ethereum

Ethereum è una criptovaluta di seconda generazione, perché integra delle migliore tecniche che permettono di implementare anche contratti complessi all’interno della rete stessa. Ethereum è stata praticamente da subito individuata come criptovaluta in grado di offrire una base importante a moltissime istituzioni, investitori e utenti semplici.

Il suo valore è cresciuto di molto negli ultimi tempi e continua ad essere una delle criptovalute più discusse e apprezzate.

Ripple

Ripple si propone un obiettivo ambizioso: rimpiazzare il sistema SWIFT utilizzato dalle banche e di essere dunque utilizzato, a livello di network, per gli scambi grandi e piccoli a livello nazionale e internazionale.

Ripple gode già del supporto di importantissime istituzioni finanziarie ed è una delle criptovalute che più si è apprezzata negli ultimi tempi.

>>> Per la guida completa alle criptovalute, visita: Guida trading Criptovalute

Gli strumenti per investire

Fare trading online vuol dire dotarsi di mezzi e strumenti che ci permettono di intervenire sui mercati che più ci interessano in modo efficace, veloce e a basso costo.

Ci sono diversi tipi di strumenti che possiamo utilizzare per costruire il nostro portafoglio, ognuno con i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Ne parleremo in dettaglio tra pochissimo. Continua a leggere.

Investimento diretto con acquisto di titoli

Il metodo classico per investire, online e non, è l’acquisto diretto dei titoli che ci interessano. Questo modo di investire comporta l’apertura di un deposito titoli presso una qualunque banca, che ci permette di operare tramite gli strumenti che preferisce: piattaforme web, App specifiche oppure anche talvolta per via telefonica.

Siamo davanti al metodo classico per investire, che però i trader professionisti hanno lentamente abbandonato. Ci sono infatti delle questioni che lo rendono molto meno vantaggioso rispetto agli altri strumenti che abbiamo a disposizione per l’investimento oggi:

  1. Le commissioni sono in genere molto alte, o comunque più alte di quelle che vengono offerte da piattaforme di altro tipo
  2. L’accesso agli strumenti di investimento è limitato: sono in genere disponibili i mercati nazionali e, raramente, mercati dei mercati sviluppati (anche in quel caso però con costi alti e con accesso limitato)
  3. Tali piattaforme difficilmente poi offrono accesso a strumenti di investimento più evoluti, che permettono di organizzare portafogli complessi e/o condizionali
  4. I sistemi che piazzano gli ordini sono tipicamente più lenti di quelli specialistici e specializzati, il che vuol dire che diventa particolarmente difficile fare trading rapido o scalping

CFD

I CFD sono una nuova forma di investimento, che prevedono il ricorso a contratti che rappresentano il sottostante in rapporto 1:1, che può essere elevato con il ricorso alla leva finanziaria.

I CFD e le piattaforme che offrono questo tipo di strumenti sono più evolute di quelle classiche, in quanto:

  • Hanno commissioni bassissime, in genere pochi centesimi per ogni transazione
  • Offrono la possibilità di investire su praticamente ogni tipo di mercato e soprattutto con le tempistiche che preferiamo
  • Offrono piattaforme estremamente facili da gestire, pur offrendo modalità avanzate di investimento
  • Permettono di differenziare anche con capitali estremamente bassi
  • Permettono di operare direttamente online, con App e piattaforme web di ultimissima generazione

I CFD e le piattaforme che offrono questo tipo di strumenti devono essere considerate con assoluta priorità rispetto a quelle di vecchia generazione. Si può investire meglio, più velocemente e su strumenti che in genere le banche non ci permettono di acquistare.

>>> Per la guida completa ai CFD, consulta: Guida CFD: cosa sono e come funzionano

Come scegliere una buona piattaforma trading online

Scegliere una buona piattaforma online non è facile. Ci sono tantissimi criteri che devono essere tenuti in considerazione prima di muoverci in questo senso. Di seguito troverai una disamina attenta di quanto hanno da offrire le migliori piattaforme online, così da permetterti di avere a disposizione gli elementi necessari per discernere e per scegliere tra le migliori piattaforme per il trading online quella che effettivamente fa al caso tuo.

Le autorizzazioni

Il broker che scegliamo per le nostre operazioni online deve essere autorizzato dagli enti europei ad operare all’interno della UE. Tipicamente queste autorizzazioni ad operare vengono fornite dalla FCA, l’autorità del Regno Unito in tema di intermediari, e dal CySEC, l’omologo cipriota.

Con le autorizzazioni ad operare ci garantiamo di ricorrere ad una piattaforma controllata, solida e che operi esclusivamente nei nostri interessi. Vanno assolutamente scartati quegli operatori che non possono garantirci di essere stati autorizzati, ne va della sicurezza del nostro capitale.

Grafici e uso della piattaforma

I grafici e le piattaforme offerte devono essere di facile comprensione e devono permetterci di capire con un semplicissimo colpo d’occhio come si stanno muovendo i mercati.

Avere grafici dettagliati e complessi al punto tale da non essere comprensibili vuol dire non aver nessun materiale a disposizione per orientare il nostro investimento.

Le piattaforme che ti consigliamo nel corso di questa guida offrono tutte grafici e strumenti semplici, pur permettendoti di organizzare il tuo investimento in modo complesso.

Presenza di un conto demo

La presenza di un conto demo è altrettanto importante. I conti demo ti permettono infatti di testare le tue strategie senza ricorrere al tuo capitale, ma investendo denaro virtuale.

I conti demo sono una scuola fondamentale, anche per chi è già un investitore navigato. Andiamo a scegliere dunque una piattaforma che ci permette di scegliere un conto demo gratuito: ne va della possibilità di guadagnare sui mercati con i nostri investimenti.

PIATTAFORME TRADING CONSIGLIATE PER GIOCARE IN BORSA

Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Markets.com
► APRI UN CONTO SU MARKETS.COM
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida 24option
► APRI UN CONTO SU 24OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida eToro
► APRI UN CONTO SU ETORO
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida IQ Option
► APRI UN CONTO SU IQ OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Plus500
► APRI UN CONTO SU PLUS500
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Trade.com
► APRI UN CONTO SU TRADE.COM
Capitale a rischio.

Scegli uno qualunque dei broker e delle piattaforme che trovi elencate qui sopra e comincia ad operare con il tuo conto demo per fare pratica senza rischi giocando in borsa attraverso il trading online di prodotti CFDs ( contratti per differenza ).

>>> Per approfondimenti sulle piattaforme consigliate, consulta: Migliori piattaforme per giocare in borsa

Commissioni

Le commissioni devono essere basse. Dato che l’investimento in proprio e dunque tramite trading online non ha bisogno di costosissimi e inutili servizi che vengono in genere offerti dalle banche, vuol dire che possiamo operare senza alcun tipo di problema anche al minimo, scegliendo però una piattaforma che ci chieda pochi spiccioli in cambio di ogni trade.

Le piattaforme che offrono infatti commissioni troppo alte, finiscono per intascare il grosso dei guadagni che abbiamo conseguito con le nostre operazioni.

Una ottima scelta in questo senso sono le piattaforme CFD: i costi di commissione sono estremamente bassi e permettono di andare a investire anche intraday senza andare a perdere il grosso del guadagno per pagare la piattaforma.

Quali sono i migliori broker per il trading online

Di seguito troverai una scelta ragionata e minima delle migliori piattaforme che puoi considerare per fare trading online. Sono piattaforme autorizzate, che offrono accesso ad un enorme numero di strumenti e che al tempo stesso ti offrono commissioni estremamente basse.

eToro

eToro è una delle piattaforme per il trading online più popolari degli ultimi anni. Oltre ad offrire CFD con praticamente ogni tipo di sottostante, senza costi aggiuntivi ti dà:

  • la possibilità di copiare gli investimenti dei trader di maggiore successo
  • la possibilità di includere nel tuo portafoglio anche le principali criptovalute
  • la possibilità di investire con leva finanziaria fino a 100

eToro è una delle migliori scelte che abbiamo attualmente a disposizione. È autorizzato ad operare su tutto il territorio europeo.

eToro offre la possibilità anche di fare copy trading, ovvero di andare a copiare i portafogli, con un solo click, dei migliori investitori presenti sulla piattaforma, una possibilità esclusiva che rende questo broker particolarmente adatto per chi vuole giocare in borsa per la prima volta.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di eToro  !

eToro offre anche la possibilità di investire allo scoperto, ovvero di guadagnare anche quando il titolo che hai scelto è al ribasso, possibilità che viene offerta esclusivamente dai migliori broker CFD.

Il tutto con la possibilità di aprire un conto demo gratuito in valuta virtuale, senza versare neanche un euro, per testare le tue strategie e per prendere le misure alla piattaforma che andrai ad utilizzare per il tuo trading online di successo.

>>> APRI ADESSO UN CONTO DEMO GRATIS SU ETORO CLICCANDO QUI’

Plus500

Plus500 è una piattaforma che offre la possibilità di intervenire su tutti i mercati più interessanti del momento, offrendo CFD semplici e articolati, per organizzare una strategia differenziata ed efficace.

Come nel caso di eToro, anche Plus500 è autorizzata ad operare in Italia + Conto demo gratuito e commissioni molto basse (pochissimi pip su ogni trade).

Plus500 offre all’investitore che vuole giocare in borsa:

  • Accesso a listini completi di ETF, azioni, materie prime, Forex e Criptovalute;
  • Commissioni estremamente basse, che ti permettono di investire anche in intraday senza spendere una fortuna;
  • Possibilità di utilizzare una piattaforma proprietaria per l’investimento, con profondità adeguata anche per fare investimenti complessi;
  • Possibilità di investire allo scoperto, vendendo titoli che non hai in portafoglio per scommettere su un titolo al ribasso.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di Plus500 !

Plus500 è una delle più importanti piattaforme nel panorama europeo, e un’ottima alternativa per giocare in borsa con successo.

>>> INIZIA A FARE TRADING ONLINE IN CFD CON IL CONTO DEMO GRATIS PLUS500 – fai pratica e testa le tua abilità giocando in borsa con un conto demo ottenibile senza obbligo di effettuare il primo versamento.*

*“Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi”.

Markets.com

Markets.com è una piattaforma che offre la possibilità di investire in indici, azioni, obbligazioni, materie prime e anche criptovalute, con una piattaforma disponibile sia su web che su App per tablet e smartphone.

Markets.com presenta un profilo di funzionamento molto simile a quello di eToro e Plus500.

Siamo di fronte ad una delle piattaforme più apprezzate del settore, che permette di operare anche con conto demo gratuito e che offre tutto quello di cui hai bisogno per investire con profitto in qualunque settore ti interessi.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di Markets.com !

Giocare in borsa con Markets.com vuol dire avere a disposizione tutti gli strumenti migliori a disposizione dei professionisti, direttamente a casa tua, senza muovere un dito e senza spendere cifre folli in commissioni.

Scegliere Markets.com per investire e fare trading online, vuol dire fare la scelta giusta per il nostro patrimonio.

>>> APRI UN CONTO DEMO GRATIS PER TESTARE LE TUE CAPACITA’ NEL TRADING SU MARKETS.COM! Su Markets.com otterrai un’ampia serie di benefici come formazione gratis, strumenti trading utili, trading Blend, Metatrader 4 etc.

24option

24option è nato come broker di opzioni binarie, anche se oggi offre strumenti più evoluti e adatti anche all’investimento di medio e lungo periodo. Anche in questo caso siamo davanti ad un broker che gode delle autorizzazioni necessarie per operare in Italia, che offre un ottimo profilo di garanzie e stabilità, per andare a scegliere tra migliaia di strumenti per creare il nostro portafoglio.

24option offre molte possibilità a chi sceglie di investire e giocare in borsa tramite questa piattaforma. Piattaforma di trading professionale, possibilità di aprire un conto demo gratuito, scelta tra un listino con moltissimi titoli, possibilità di accesso a leva finanziaria importante e soprattutto alla vendita allo scoperto.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di 24option !

24option è uno dei brokers leader di trading online che operano in Europa e in Italia, uno di quelli che i nostri esperti ti consigliano di testare per individuare il broker migliore che fa al caso tuo per investire in azioni, criptovalute, commodities e Forex.

>>> CLICCA QUI’ ED APRI UN CONTO SU I 24OPTION PER GIOCARE IN BORSA – il conto demo è gratuito!

IQ Option

IQ Option è l’ultima delle piattaforme che presentiamo sulla nostra guida al trading online, anche se non è sicuramente da tenere in considerazione più bassa rispetto a quanto abbiamo già presentato in precedenza.

Anche per IQ Option abbiamo facilità di trading, commissioni basse, autorizzazioni UE, varietà di sottostanti. Provala con il conto demo gratuito, potrebbe essere davvero la piattaforma che fa al caso tuo.

Piattaforma di primo profilo, IQ Option oggi ti offre una piattaforma più che adeguata per prenderti cura dei tuoi investimenti e per giocare in borsa come fanno i pro.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di IQ Option !

Il nostro consiglio è quello di aprire immediatamente un conto gratuito demo, per testare le potenzialità di questa innovativa piattaforma di trading online sempre al passo con i tempi e le evoluzioni del mercato, per investire attraveso i cfd in:

Una possibilità da non lasciarti scappare, con la possibilità di investire anche con leva finanziaria importante.

>>> APRI UN CONTO DEMO GRATUITO CON IQ OPTION ED INVESTI NEL TRADING ONLINE – su IQ Option ottieni una serie di vantaggi come conto VIP, formazione, OTN coin, Tornei trading e molte altre funzionalità esclusive.

Trade.com

Trade.com è l’ultima delle piattaforme che ti presentiamo sulla nostra guida dedicata a giocare in borsa e investire con il trading online.

È una delle più apprezzate dai professionisti, perché consente di operare con tutte le principali piattaforme di intermediazione, a costi bassissimi e con accesso ad un listino quasi infinito di titoli e sottostanti.

Trade.com è uno dei broker di trading online principali in ambito europeo ed è dotato di tutte le autorizzazioni necessarie per operare sui mercati di riferimento, una scelta dunque anche di sicurezza e affidabilità.

>>> Clicca quì per visitare il sito ufficiale di Trade.com !

Anche con Trade.com puoi andare ad investire con un conto demo gratuito, con capitale virtuale, per testare tutte le tue strategie.

>>> INVESTI IN BORSA CON TRADE.COM – APRI UN CONTO DEMO GRATUITO ed accedi alla formazione gratis + pacchetti formativi su misura, analisi giornaliere redatte da professionisti e la possibilità di investire su oltre 2100  assets.

Conviene investire con il trading online?

Sì. Scegliendo di investire tramite il trading online per conto nostro, possiamo tutelare al meglio il nostro patrimonio e cogliere le opportunità più autentiche che i mercati possono offrirci.

Il trading online autonomo è il meglio che il mondo moderno ci offre: scelta enorme di titoli e sottostanti, possibilità di fare da sé, commissioni bassissime e nessuna interferenza da parte di chi dovrebbe fare i nostri interessi e invece fa soltanto i suoi (i promotori finanziari e le banche).

Scegliere una buona piattaforma e studiare i settori di nostro interesse vuol dire cominciare a costruire una corazzata che riuscirà a muoversi anche quando il mare è più agitato, portando a casa profitti su profitti.

Al momento non c’è nessuna modalità di investimento che può essere ritenuta superiore, sia per i grandi che per i piccoli investitori, al trading online.

Questa guida ti ha fornito gli elementi necessari per operare in grande autonomia, autonomia che si convertirà in profitti e interessi maggiori già dai primi giorni di trade.

Lettura d’approfondimento consigliata: Giocare in borsa conviene ? Opinioni, commenti e forum

I vantaggi del trading online rispetto ai fondi comuni di investimento

Il trading online è molto più vantaggioso dell’investimento in fondi comuni. Abbiamo già parlato diffusamente dei fondi:

  1. Sono costosi;
  2. Presentano profili di commissione enormemente più alti di quelli delle piattaforme trading online;
  3. Hanno una differenziazione a metà, perché raggruppano comunque titoli per tipo e provenienza;
  4. Sono un caso tipico di conflitto di interesse, perché l’interesse della banca e del promotore sono opposti ai tuoi nella stragrande maggioranza dei casi;
  5. Non ci sono dati statistici che dimostrano che questa modalità di investimento, gestita da sedicenti esperti, sia in realtà più performante dell’investimento online fatto da soli.

I vantaggi del trading online rispetto ai conti deposito

I conti deposito sono uno strumento estremamente sicuro per chi vuole investire meno di 100.000 euro. Questa sicurezza però si riflette sui rendimenti, che sono estremamente bassi.

Nel momento in cui ti scriviamo i migliori conti deposito offrono rendimenti al 2% annuo su vincoli di almeno 3 anni: questo vuol dire vincolare somme per almeno 36 mesi, rendendo impossibile lo sfruttamento di possibilità che potrebbero presentarsi nel corso del tempo.

Con il 2% massimo di rendita riconosciuta, capirai bene che sul corso di 3 anni potresti trovarti a perdere addirittura denaro a causa dell’inflazione.

Meglio lasciar perdere, perché al netto di tasse, imposte e inflazione, non stai guadagnando praticamente nulla.

I vantaggi del trading online rispetto ai libretti postali / Buoni fruttiferi

Lo stesso discorso che abbiamo fatto sui conti deposito vale sul risparmio postale. Per decenni è stato il porto sicuro delle famiglie italiane, ma oggi non può che offrire rendimenti praticamente nulli. Sui libretti siamo allo 0,001% e sugli altri prodotti viaggiamo su percentuali di interesse simili.

Stai praticamente parcheggiando i tuoi soldi alle Poste, senza ricavarne davvero nulla. Sicuro che sia la scelta giusta per il tuo capitale?

Scegli di operare per conto tuo e di non regalare più nulla ai soggetti istituzionali: sarà una strada sicuramente più tortuosa, ma allo stesso modo più ricca di soddisfazioni, sia sul piano personale e umano, sia sul piano più strettamente economico.

Oggi ti vengono offerte possibilità che fino a qualche tempo fa erano ad esclusivo appannaggio dei grandissimi investitori: perché non sfruttarle?

2 Commenti

  1. Tommaso Conti

    Salve sono nuovo del trading e questo sito l ho navigato per caso su google. Devo dire che per me è quasi del tutto arabo ma pian piano leggendo questa guida sto capendo un pò di più cosa significa fare trading online e cosa sono i cfd. A giorni credo di aprire il mio primo conto trading per iniziare a giocare in borsa.

    Rispondi
    • Staff Giocareinborsa.net

      Ciao Tommaso e grazie per averci scritto. Su Giocareinborsa.net troverai tutte le guide principali inerenti proprio ciò che ti serve per imparare in maniera efficace ed investire in borsa.

      Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *