Giocare in borsa conviene? Opinioni, commenti e forum

Giocare in borsa è un concetto che purtroppo, soprattutto tra i non addetti ai lavoro, finisce per essere troppo vacuo, praticamente impossibile da afferrare.

Tra gli operatori di borsa e tra gli investitori con una certa esperienza, il concetto è invece facilissimo da definire, così come sono chiari i motivi per i quali si dovrebbe o non si dovrebbe investire in questi specifici mercati.

In questa guida parliamo proprio delle opinioni, dei commenti degli specialisti e anche dei forum e delle altre piattaforme da seguire per informarsi in modo critico ed adeguato sui mercati borsistici, scegliendo quali informazioni seguire e quali no per impostare la nostra strategia e anche per scegliere i canali attraverso i quali cominciare a giocare in borsa e ad investire in nostri capitali.

Che vuol dire giocare in borsa?

Giocare in borsa vuol dire investire il proprio capitale in quote societarie di aziende che, appunto, si quotano in Borsa, uno dei mercati maggiormente regolamentati.

Quando decidi di giocare in borsa, acquisti delle azioni (o altri titoli che le rappresentano, come avremo modo di vedere tra pochissimo), che rappresentano quote societarie di questa o di quella azienda.

Il mondo finanziario però si è evoluto grandemente negli ultimi anni e oggi puoi investire in Borsa anche utilizzando altri mercati e altri canali, con i loro vantaggi e con i loro svantaggi.

Le opinioni degli specialisti su questi nuovi mercati che ti permettono comunque di investire seguendo gli andamenti borsistici sono in genere unanimi: sono opportunità che vanno sempre tenute in debita considerazione, perché ci permettono appunto di andare ad investire su mercati che conosciamo utilizzando formule, piattaforme e strumenti di nuova concezione.

Il mercato azionario

Il mercato azionario è il mercato più classico tra quelli che ci permettono di giocare in borsa. È il “mercato di primo impatto”, dove tutte le società che operano e hanno sede in un determinato paese commerciano le loro quote societarie. Per l’Italia c’è Piazza Affari a Milano, anche se non è questo ovviamente l’unico mercato che deve interessarci quando parliamo di azioni: possiamo senza alcun tipo di problema andare a scegliere altri mercati, europei e non, per acquistare azioni e quote societarie di società che ci interessano maggiormente rispetto a quelle italiane.

La borsa è un mercato volatile, e dunque pieno di opportunità per l’investimento – MIBTEL ULTIMI 5 ANNI

Investire nel mercato azionario attraverso questi canali è relativamente semplice, anche se purtroppo rispecchia ancora procedure, tempistiche e costi che arrivano dal passato: c’è in genere bisogno di un conto deposito titoli, le transazioni avvengono attraverso piattaforme digitali che sono relativamente costose (ogni transazione costa diversi euro, motivo per il quale difficilmente farai trading intraday attraverso questo canale) e servono lunghissime procedure per farsi aprire un deposito titoli.

Puoi sicuramente investire direttamente nel mercato azionario, anche se, e queste sono opinioni molto diffuse tra gli specialisti:

  1. Dovrai fronteggiare dei costi molto alti, anche rispetto a modalità di investimento che offrono i medesimi rendimenti (e anche le medesime azioni come sottostanti), costi che finiranno inevitabilmente per indirizzare le tue strategie di trading
  2. Avrai una scelta molto limitata, a seconda della banca scelta: è difficile tramite conto deposito titoli arrivare a mercati molto lontani dai nostri, soprattutto se esotici e dunque scarsamente capitalizzati
  3. Nonostante sia un mercato estremamente liquido, potresti avere problemi a vendere e comprare istantaneamente le azioni che ti interessano

Sono problemi non di poco conto, che rendono, e anche questa è opinione molto diffusa tra gli specialisti, questo tipo di piattaforme, adatte esclusivamente a chi ha orizzonti di periodo particolarmente lungo e magari opera come un cassettista, ovvero interessandosi esclusivamente di investimenti di medio/lungo periodo.

Questo vuol dire che non potrai investire nel mercato azionario come e quando credi? Questo vuol dire che per giocare in borsa devi necessariamente indossare i panni dell’investitore ultra-prudente, che si aspetta di incassare rendimenti tra 20 o 30 anni? Assolutamente no, perché al contrario il mercato azionario ti offre la possibilità di investire senza alcun tipo di problema seguendo strategie anche di brevissimo respiro. Basta sapere come investirci!

Per approfondire la tematica, leggi: Azioni: guida completa

Il mercato degli ETF

Il mercato degli ETF è uno dei mercati più interessanti del momento, perché ti permette di portare a casa un investimento differenziato e poco costoso (la gestione è praticamente automatica, al contrario dei fondi a gestione attiva) per godere di tutti i tipi di vantaggi che otterresti dall’intero mercato.

Ci spieghiamo subito: gli ETF sono dei fondi a gestione automatica che offrono come caratteristica principale quella di replicare completamente l’andamento di un indice, ovvero di copiare in tutto e per tutto un mercato di riferimento.

Ci sono indici ETF che hanno come indice di riferimento anche le maggiori e principali piazze borsistiche, come può essere Piazza Affari, Francoforte, il NYSE, etc.

Scegliendo un ETF che rappresenti questa o quella borsa avrai a disposizione diversi vantaggi:

  1. I costi di transazione sono praticamente nulli, nel senso che non dovrai pagare ogni volta, per ogni piccolo trade, i costi enormi che sono in genere collegati a questo tipo di operazioni online e offline
  2. Avrai un investimento effettivamente differenziato, perché prenderà a riferimento un intero indice e non sono questa o quella azione; i vantaggi sono enormi, perché ti metti al riparo da quelli che sono possibili crolli di settore e per guadagnare ti basta indovinare il trend complessivo di mercato
  3. Puoi investire in mercati azionari molto lontani da casa tua, mercati ai quali spesso e volentieri le banche tradizionali e nazionali non ti offrono accesso; immagina di voler investire sull’andamento generale della borsa cinese. Con gli ETF puoi

Gli ETF sono strumenti particolarmente adatti anche a te che sei investitore alle prime armi e stai magari valutando se conviene o meno giocare in borsa.

Gli ETF sono uno degli strumenti più convenienti e dovresti sicuramente tenerne conto, in quanto ti permettono appunto di investire in azioni senza possederne direttamente e senza dunque passare da quella trafila bancaria che ti fa perdere tempo e denaro.

Per approfondire la tematica, leggi: ETF: guida completa

Il mercato dei CFD

I CFD sono stati un’autentica rivoluzione per chi vuole giocare in borsa. Sono stati adottati praticamente da ogni piattaforma broker presente sul mercato, soprattutto tra quelle che offrono profili di costi bassi perché destinate appunto ad un pubblico di professionisti o semi-professionisti, che fanno molte negoziazioni al giorno e seguono ogni trend id mercato.

Il concetto del CFD è relativamente facile da capire: non si sta investendo acquistando direttamente titoli o beni, ma in contratti che seguono, per valore, l’andamento degli stessi. Il contratto per differenza vale tanto quanto la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo attuale del sottostante nel corso del tempo, e permette dunque di operare al margine, con leva finanziaria e andando a coprire effettivamente con il nostro capitale soltanto le differenze di prezzo tra il momento dell’acquisto e quello della vendita.

I CFD hanno diversi vantaggi rispetto all’investimento in titoli diretto:

  1. Sono estremamente liquidi e puoi chiudere le tue posizioni in qualunque momento, cosa che non è sempre detta degli investimenti diretti
  2. Ti permettono di accedere a mercati che invece tradizionalmente sono preclusi a chi investe tramite i classici depositi titoli
  3. Ti permettono di investire con leva finanziaria, moltiplicando la portata del tuo capitale – puoi moltiplicare l’andamento dei tuoi investimenti anche per 100, avendo così maggiori chance di mettere a frutto trend intercettati e soprattutto di differenziare
  4. Ti permettono, tramite una sola piattaforma, di investire in diversi tipi di strumenti, creando dunque portafogli complessi e articolati

Per approfondire la tematica, leggi: CFD: guida completa

Giocare in borsa: le analisi del mercato

Per giocare in borsa con profitto, e quindi affinché sia conveniente per te, dovrai necessariamente seguire quelle che sono le analisi di mercato più recenti, scegliendo tra un’enorme mole di informazioni che arrivano ogni giorno su ogni tipo di mercato.

Il primo passo è quello di scegliere le fonti più affidabili: spesso le piattaforme di investimento mettono a disposizione anche sistemi di segnali e di analisi, che però non dobbiamo necessariamente prendere per oro colato, anzi. Spesso, soprattutto quando di mezzo ci sono banche e promotori, c’è tutto l’interesse a spingerci verso questo o quello strumento, perché più conveniente per l’intermediario e non per noi stessi.

Il grafico a candele è uno dei migliori per fare un’analisi tecnica del mercato della borsa

Le analisi di mercato vanno dunque sempre soppesate, evitando di fidarci di una sola fonte e cercando, possibilmente, di andare a confrontare le informazioni con quelle di altre fonti.

Con il tempo svilupperai un sesto senso che ti porterà ad orientarti sui mercati e a fare analisi indipendentemente, elaborando le notizie che arrivano dai quattro angoli del mondo, per orientare i tuoi investimenti.

Giocare in borsa: le opinioni degli operatori finanziari

Giocare in borsa, secondo gli operatori finanziari indipendenti, conviene. È opinione praticamente unanime tra chi gestisce investimenti senza essere legato agli investitori istituzionali che gestire in autonomia i propri investimenti giocando in borsa è il modo migliore per portarsi a casa i rendimenti più alti, senza pagare commissioni eccessive.

Chi ha investito sul Nasdaq a lungo termine ha guadagnato moltissimo

Chi fa da se, diceva il proverbio, fa per tre e quindi dovremo necessariamente organizzarci per muoverci indipendentemente sui mercati, di qualunque tipo essi siano, e prescindendo anche dalla borsa in senso stretto.

Borsa e risparmi gestiti: perché conviene la prima

Il risparmio gestito, che prende tipicamente la forma del fondo comune di investimento, è una modalità di investimento molto poco conveniente. Le banche lo spingono in modo piuttosto acceso, in quanto le commissioni di gestione e le quote di promozione che incamerano sono molto considerevoli.

Investire in risparmio gestito vuol dire:

  • Affidare i propri risparmi completamente ad una società di gestione, che fatti salvi i limiti imposti dallo statuto, può fare grosso modo quello che vuole
  • Affidarsi a enti e società che, a conti fatti, non garantiscono in alcun modo rendimenti superiori a quelli di mercato; prendendo le statistiche in mano possiamo vedere come in realtà i rendimenti dei fondi comuni di investimento siano stati sotto la media
  • Pagare commissioni da capogiro sia per l’ingresso nel fondo, sia per la gestione dello stesso, e in aggiunta su quanto viene eventualmente guadagnato; si parte dal caso limite degli hedge fund, con la formula 2 e 20, ovvero 2% annuo sulla gestione e 20% sui guadagni, per scendere fino ai fondi per i piccoli risparmiatori, che incamerano comunque somme considerevoli

Quindi sì, anche in questo senso conviene giocare in borsa invece di far giocare qualcuno al posto nostro. Si spende meno in commissioni e si possono davvero intercettare trend che gli investitori istituzionali non riescono a catturare, essendo molto meno dinamici.

Conviene giocare in borsa? Le opinioni dei piccoli risparmiatori

I piccoli risparmiatori svolgono in genere il ruolo delle vittime sacrificali: dai grandi fondi non sono mai o quasi tutelati, e anche per le banche rivestono un ruolo sicuramente meno interessante dei grandi investitori.

Questo vuol dire che sì, anche in questo caso conviene giocare in borsa per i piccoli risparmiatori, in quanto è possibile andare a scegliere gli strumenti che più fanno al caso nostro, scegliendo tra le altre cose piattaforme che sono davvero ritagliate per le nostre necessità.

In aggiunta, scegliendo strumenti come i CFD, possiamo investire capitali enormi anche avendone pochi a disposizione, scegliendo strumenti come la leva finanziaria.

Forum da seguire per giocare in borsa

Ci sono diversi forum indipendenti da seguire quando si gioca in borsa. Innanzitutto puoi seguire il nostro sito per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno per muoverti all’interno dei mercati.

Poi, con un po’ di buona volontà, puoi seguire oggi tantissimi forum in lingua inglese, che tengono aggiornati su ogni movimento di qualunque mercato, anche se fosse particolarmente esotico o comunque di difficile comprensione.

Il caso del social trading

È inoltre estremamente interessante il caso del social trading, una delle vere novità introdotte dall’arrivo di internet praticamente in ogni abitazione.

Le migliori piattaforme per gli investimenti online offrono la possibilità non solo di scambiarsi segnali tra utenti, ma anche di seguire gli investimenti degli utenti con le migliori performance all’interno della piattaforma.

Questo vuol dire, soprattutto quando si è alle prime armi, che si possono muovere passi ragionati seguendo chi è già esperto, senza costi aggiuntivi, per giocare in borsa come i migliori investitori del settore.

eToro è la prima piattaforma ad aver sviluppato un sistema avanzato di social e copy trading, ed è una piattaforma che ti invitiamo a considerare per giocare in borsa, perché incarna tutti i vantaggi di cui abbiamo parlato in questa guida.

>>> APRI ADESSO UN CONTO DEMO GRATIS SU eTORO – FAI PRATICA DEL SOCIAL TRADING !

Conviene giocare in borsa rispetto ai titoli di stato?

I titoli di stato sono stati per anni la soluzione preferita dei piccoli risparmiatori, ovvero quei risparmiatori che hanno capitali ridotti a disposizione e hanno una bassa propensione al rischio.

Negli ultimi anni però la situazione è diventata sempre meno vantaggiosa per chi aveva obbligazioni e titoli di stato come unico sbocco per i propri capitali:

  1. I rendimenti, con i tassi di interesse a livello mondiale che sono ai minimi storici, si sono avvicinati allo zero, e in alcuni casi sono addirittura negativi;
  2. I paesi che offrivano rendimenti più elevati invece, quelli per intenderci più rischiosi, sono letteralmente saltati in aria. È il caso della Grecia, ma non solo;
  3. La fiscalità sui titoli di stato, almeno in Italia, è diventata vantaggiosa rispetto agli altri strumenti, e nonostante ciò i titoli di stato continuano ad essere meno convenienti degli altri strumenti.

Quindi sì, conviene giocare in borsa rispetto anche ai titoli di questo tipo, che sebbene più familiari finiscono per offrirci praticamente nulla, anche sul medio e sul lungo periodo.

Investire in obbligazioni tramite la banca vuol dire poi pagare commissioni elevate sia sull’acquisto che sulla gestione del portafoglio, nonostante si tratti di titoli che spesso manteniamo fino alla scadenza.

Conviene giocare in borsa rispetto al risparmio postale?

Si può dire esattamente lo stesso del risparmio postale, una modalità di investimento che è stata la preferita dagli italiani praticamente da sempre e che oggi invece presenta più di qualche problema:

  1. I rendimenti sono estremamente bassi, anche per i titoli a lunghissima scadenza;
  2. Gli investimenti sono molto poco flessibili, nel senso che è difficile sbarazzarsi dei titoli prima della scadenza senza perdere tutto quello che si era guadagnato.

Il rendimento postale è tra i più bassi del settore finanziario

Chi investe oggi in risparmio postale finisce per avere problemi anche a difendere il proprio capitale contro l’inflazione, con tutto quello che ne comporta a livello di conservazione dei propri risparmi.

Giocare in borsa vuol dire inoltre poter modulare nel corso del tempo il proprio investimento, cercando sempre nuovi mercati e possibilità di guadagno, aumentando o abbassando il proprio profilo di rischio senza alcun tipo di problema.

Giocare in borsa è rischioso?

La domanda ci viene posta ogni volta che proponiamo una guida sull’investimento in borsa. Si rischia? Quanto si rischia? Si rischia molto di più di quanto faremmo invece con altri settori?

Il rischio c’è, come in qualunque tipo di investimento (sì, anche il tuo investimento postale è a rischio!), ma il vantaggio del gioco in borsa è che puoi modularlo, nel senso che puoi decidere tu, in ogni momento, quanto e per quanto rischiare.

La tua propensione al rischio

Il primo passo da fare è di capire quanto sei disposto a rischiare, ovvero quanto capitale potresti eventualmente permetterti di perdere senza che questo modifichi l’andamento della tua vita. Quanto sei disposto a rischiare? Puoi saperlo soltanto tu.

Si tratta di una propensione che può cambiare più volte nel corso della tua vita: il vantaggio che ti offre giocare in borsa è poter modulare e modificare i tuoi investimenti per adattarli alla tua nuova propensione al rischio.

Come modulare il rischio del giocare in borsa

Puoi modulare il rischio del gioco in borsa scegliendo:

  1. Titoli più o meno rischiosi: se parliamo di ETF su mercati sviluppati tipicamente c’è un rischio relativamente basso, farlo invece su mercati esotici e in forte espansione ti espone a più rischi;
  2. Scegliendo strumenti che anche sul breve periodo non sono volatili;
  3. Andando a differenziare il tuo investimento.

La differenziazione dell’investimento è l’aspetto più importante per chi gioca in borsa e vuole non solo guadagnare bene, ma anche diminuire la possibilità che perda denaro.

Differenziare vuol dire spalmare i propri investimenti su diversi strumenti, in genere con andamenti contrari, avendo dunque un portafoglio che ammortizza le perdite di un investimento con i guadagni di un altro.

Farlo non è sempre semplice, anzi, spesso alcuni fondi gestiti da professionisti hanno problemi ad organizzare una vera e propria differenziazione.

Per differenziare nel modo giusto e rendere la borsa molto conveniente per i tuoi capitali dovresti:

  1. Trovare un mix adeguato di strumenti a basso e ad alto rischio;
  2. Scegliere titoli di comparti diversi, nel senso di evitare di investire tutto il tuo denaro nel settore bancario, energetico, industriale avanzato, delle materie prime, valutario;
  3. Scegliere aziende e titoli che possano offrirti andamenti in linea con il tuo profilo di rischio, evitando però comunque di investire tutto il tuo capitale nello stesso settore.

Anche la differenziazione deve tenere necessariamente conto della tua propensione al rischio e modularsi di conseguenza. Quando la tua propensione scende, tutto il pacchetto differenziato dovrebbe scendere di rischio, o inserendo nuovi strumenti a rischio più basso, o liberandosi degli strumenti a più alto rischio.

Quali sono le piattaforme più convenienti per giocare in borsa?

Scegliere la piattaforma giusta per investire e giocare in borsa è uno dei punti cardine della convenienza di questi mercati. Come scegliere una piattaforma che possa garantirci davvero convenienza? Bisogna badare a questi fattori:

  1. Commissioni: le piattaforme di trading online per giocare in borsa che ti offrono commissioni troppo alte non sono ovviamente convenienti. In aggiunta, i piani flat, ovvero quelli con pagamento mensile a prescindere dal numero di negoziazioni, sono in genere meno convenienti. Scegli chi ti offre commissioni minime (pochi pip di spread tra acquisto e vendita) su ogni negoziazione;
  2. Possibilità di aprire un conto demo: il conto demo è, anche per chi gioca in borsa da tempo, una condizione alla quale non possiamo e non dobbiamo rinunciare; la piattaforma demo gratuita serve non solo per testare le nostre strategie, ma soprattutto per andare a prendere confidenza con le opportunità offerte dalla piattaforma;
  3. Possibilità di operare con leva finanziaria: vuol dire avere a disposizione capitali maggiori di quelli che investiamo, per organizzare investimenti più strutturati.

Di seguito trovi una lista delle piattaforme più convenienti per investire in borsa. Scegli quella che fa al caso tuo, apri un conto demo e comincia a giocare in borsa!

PIATTAFORME TRADING CONSIGLIATE PER GIOCARE IN BORSA

Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Markets.com
► APRI UN CONTO SU MARKETS.COM
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida 24option
► APRI UN CONTO SU 24OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida eToro
► APRI UN CONTO SU ETORO
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida IQ Option
► APRI UN CONTO SU IQ OPTION
Capitale a rischio.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Plus500
► APRI UN CONTO SU PLUS500
Servizio CFD. 80,6% perde soldi.
Demo gratis: SI
Apri una demo
Italiano: SI
Guida Trade.com
► APRI UN CONTO SU TRADE.COM
Capitale a rischio.

Il team di Giocareinborsa.net si impegna ogni giorno a fornire guide al trading costantemente aggiornate nonchè mettere a disposizione a tutti i suoi lettori uno spazio di condivisione delle opinioni sul settore; in virtù di ciò abbiamo redatto questa guida dove l’utente, in maniera totalmente indipendente, può rilasciare una sua recensione.

Per rilasciare la recensione su questo forum è semplicissimo; ecco di seguito come fare:

Clicca quì in basso sul taso ” Create your own review “, completa i campi richiesti inserendo il tuo nome, email, titolo, giudizio complessivo ed inserisci il testo della tua testimonianza nel box ” Review ” – poi spunta la voce “ Ceck this box to conferm you are human ” dopodichè clicca su ” Submit “.

L’amministrazione di Giocareinborsa.net si impegna, con massima professionalità, a pubblicare ogni tipo di recensione rilasciata ( oscurando solo eventuali parolaccie, offese personali e blasfemie ), positiva o negativa che sia inerente l’investimenti in borsa per mezzo del trading online in cfd.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Giocareinborsa.net
Average rating:  
 4 reviews
by Aldo Mazza on Giocareinborsa.net
Un' esperienza interesante

È da un po' di tempo che sto provando a fare trading on line e mi sto trovando abbastanza bene.

by Luciano on Giocareinborsa.net
Trading online- una nuova sfida per me

È da mesi che mi sto preparando e informando sui modi per operare in borsa.Sinceramente sono un po 'confusa perché mi sembra tutto un po' complicato ma allo stesso tempo interessante.

by Giulio Antonietti on Giocareinborsa.net
Devo migliorare ancora !

Sto giocando in borsa ormai da 4 anni ma non sono mai riuscito a fare real con cifre alte come alcuni miei amici che nel corso degli anni han aumentato il loro capitale iniziale e ora posson permettersi di aprire ogni volta operazioni da 5.000 / 10.000 euro per volta.

by Giulio Fisca on Giocareinborsa.net
la mia esperienza nel trading online di tempo fà

Io ho avuto modo di " giocare " in borasa per un peirodo di almeno 4 anni poi ho mollato tutto perchè non riuscivo a fare in reale quello che facevo in demo. ma devo esser onesto.. questo mondo mi ha sempre affascinato, e sto tornando di recente ad informarmi, e per caso son capprodato nella lettura proprio di questa guida ed ho pertanto deciso di lasciare questo mio commento. Vedo che ora sui siti web, rispetto al passato, c'è molta più informazione reale e meno promesse di lauti guadagni e questo per me è davvero importante per non far " sviare " gli utenti ancora poco informati sul trading.
Saluti e buon lavoro

8 Commenti

  1. Gianluca

    È grazie ad un mio amico che ho scoperto trading online. Ormai
    è da un po di tempo che sto operando in borsa e sono molto sodisfatto visto che sto guadagnando.

    Rispondi
    • Staff Giocareinborsa.net

      Salve Gianluca e grazie mille per averci scritto. Siamo davvero soddisfatti per la sua opinione positiva riguardo l’investimento in borsa che la riguarda.

      saluti

      Rispondi
  2. Russo

    Ho provato a “giocare” in borsa per quasi 1 anno dopo ho iniziato a fare trading con un conto reale ma non ho potuto aumentere il mio capitale, invece ho perso quasi tutta la mia fortuna

    Rispondi
    • Staff Giocareinborsa.net

      salve, deve sapere che nel ” gioco in borsa ” , la componente emotivazionale gioca un ruolo chiave – ha rispettato le regole del money management nel corso del suo trading reale ?

      Rispondi
  3. Silvia Leonori

    Tutti questi broker offrono l’opportunità di lavorare in criptovalute?

    Rispondi
    • Staff Giocareinborsa.net

      Ciao Silvia, tutti i brokers che vedi menzionati su giocareinborsa.net permettono di fare trading online di criptovalute attraverso i contratti per differenza. Quindi, in sintesi, la risposta alla sua domanda è SI.

      Cordiali saluti

      Rispondi
  4. Annalisa

    Ho investito in banca per anni e a dire la verita sono molto deluso dal basso tasso dei profitti. Voglio operare nel mercato azionario, ma ho paura di investire per quanto riguarda il fattore sicurezza visto che negli ultimi anni sono cresciuti così tanto i numeri dei broker che non sonno affidabili.Voi che societa regolamentata mi suggerite?

    Rispondi
    • Staff Giocareinborsa.net

      Carissima Annalisa, operare in banca ormai è diventato più controproducente che altro… poi occorre vedere che tipo di capitali ha a sua disposizione e che livello di rischio è pronta a sopportare – come ben saprà in finanza, maggiore è il rischio maggiore è anche la possibilità di eventuali guadagni – attraverso il ” gioco in borsa ” per mezzo dei brokers online, può partire da capitali molto bassi ( anche solo 100 euro di deposito ) ed altresì usufruire di conti pratica gratuiti ( i cosidetti demo account ) che le permettono di comprendere se il trading possa fare per lei.

      Riguardo la sua specifica domanda, su Giocareinborsa.net non è assolutamente contemplato e mai citato alcun broker fake – spam, o truffa. Le piattaforme che vede menzionate sul nostro sito sono tutte REGOLAMENTATE E NON TRUFFA – con licenza CYSEC e registrate in Italia dalla CONSOB.

      Cordiali saluti

      Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *